in , ,

Video a luci rosse: non riproducono i nostri gusti, li inventano

I video a luci rosse non sono più un fenomeno relegato al mondo del web. Questo lento, ma inesorabile divenire dei siti per adulti, ha incontrato una fetta di pubblico sempre più ampia e diversificata, dove gusti e perversioni si mischiano creando categorie che in poco tempo riescono a inserirsi nella cultura popolare. Da qui in poi, lo sdoganamento di certe pratiche erotiche è divenuto la norma.

Una categoria che da anni fa parlare di sé? Quello delle milf: le donne mature, anzi, le mamme sexy che tra una scollatura e l’altra fanno saltare sul posto i giovani maschi. Prima dei video a luci rosse ne abbiamo sentito parlare in film come American Pie, ma non se ne sapeva ancora molto sulla sua natura. Ora, siti come Pornhub e Youporn hanno fatto un ulteriore passo avanti o, meglio, hanno sdoganato un termine e un gusto erotico dandolo in pasto alla cultura popolare. Ora, tra i giovani adulti vanno di moda i video a luci rosse di cosplay, persone vestite come i personaggi dei fumetti, o gli Hentai, che in lingua giapponese significa ‘anormale’ o ‘pervertito’.

Prima dei siti di video a luci rosse, erano in pochi a conoscerne il significato. Ora, spazi web dedicati a questo mondo, come, appunto, Pornhub, rilasciano anche dei dati: l’ultimo in ordine di tempo afferma che ogni giorno si connettono al sito almeno 75 milioni di persone e che sono le donne a visitarli di più dal telefonino rispetto agli uomini. Inoltre, tra le frasi più ricercate spicca ‘marito guarda moglie scopare’, mentre nella giornata dedicata alla festa del papà del 2015, sono stati milioni gli utenti in cerca di video incestuosi. Anche le donne gravide hanno il loro piccolo angolo e secondo i dati del sito sono più le donne a guardare video con questi contenuti.

Ciò che funziona sui siti di video a luci rosse è il fatto che chiunque, con un semplice filmato, può fondare una nuova categoria e questo succede praticamente ogni giorno. La regola su cui si basa il fenomeno dell’invenzione, anziché della ricerca dei gusti affini, risiede nella seguente affermazione: “Se piace a loro, può piacere anche a me“. Se un uomo prova eccitazione mentre penetra un albero, potrei provarla anche io. Ed è qui che i gusti nascono, invece di essere l’Iperuranio dei video a luci rosse.

In questo modo, anche il linguaggio si riconfigura, assorbendo metafore, frasi e modi di dire sempre più vicini al mondo a luci rosse: la metafora decade in parola ampliando il linguaggio. E così, se da una parte i movimenti femministi si battono contro il sessismo delle parole, dall’altra sempre più persone ne fanno uso nella vita quotidiana, al pari degli inglesismi. Questa disamina appartiene alla giornalista Maureen O’ Connor, che ha pubblicato un lungo articolo pochi giorni fa sul New York Magazine.

Guatemala, Terremoto di magnitudo 6.8 avvertita al largo della Costa

j-ax fedex video facebook

J-AX Facebook commenta lo Ius Soli: “I bambini nati in Italia no, i calciatori ricchi miliardari sì” (VIDEO)