in

Verso Brasile 2014, analisi delle Nazionali partecipanti: favorite, sorprese e possibili comparse (Video)

Il countdown sta volgendo al termine, mancano circa sette mesi al kick-off dell’evento più attesi dai tifosi di tutto il mondo e dagli stessi “addetti ai lavori”. Stiamo parlando del Mondiale che andrà in scena il prossimo giugno, che incollerà letteralmente miliardi di spettatori, sparsi per tutto il globo, tanto che c’è già chi sta prenotando i biglietti per la finale dei Mondiali in Brasile, la patria del calcio che ospiterà le squadre Nazionali di tutto il mondo.

Finale Mondiale '14

Entrando nel particolare tecnico, in questo articolo presenteremo – per quanto una relazione di questo tipo possa essere esauriente – le Nazionali che si propongono come possibili favorite alla vittoria finale, le selezioni che potrebbero rivelarsi le “cosiddette” sorprese ed, infine, le squadre che (almeno sulla carta) potrebbero definirsi le “cenerentole” della rassegna.

VIDEO: La sigla di presentazione del Mondiale brasiliano:

LE FAVORITE

-BRASILE, oltre alla spinta fondamentale del pubblico, i verdeoro di Luiz Felipe Scolari hanno dalla loro una squadra tanto forte quanto completa in ogni reparto. Porta blindata con l’ex Inter Julio Cesar, difesa super con Daniel Alves, Thiago Silva, David Luiz e Marcelo, Luiz Gustavo e Ramires a fare da “scudo” e poi l’attacco, semplicemente devastante: Neymar, Hulk, Oscar e Fred. Quindi, Brasile favorita.
-ARGENTINA, potenziale mostruoso quello a disposizione del tecnico Sabella che, però, non gode di una rosa completa: porta e difesa non sono all’altezza (il solo interista Campagnaro è sinonimo di sicurezza), mentre il reparto offensivo è addirittura superiori ai rivali sudamericani: con Aguero, Messi, Lavezzi, Palacio, Pastore, Lamela, Tevez, Higuain c’è solo l’imbarazzo della scelta.
-SPAGNA, non potrà mai mancare nella rosa delle favorite. La domanda è: saprà confermarsi anche in Brasile, dopo le spettacolari scorse annate? Iniesta, Xavi, Fabregas, Sergio Ramos, Piquè, Casillas, Jordi Alba, Torres, Silva, Mata… Del Bosque può essere soddisfatto e fiducioso. La riconferma non è utopia.
-ITALIA, il carattere degli azzurri, ne siamo certi, farà ancora una volta la differenza. Un gradino sotto le due super potenze appena citate, la rosa a disposizione di Prandelli è di tutto rispetto: completa in ogni reparto, gode – probabilmente – del centrocampo migliore del mondo, con Pirlo, De Rossi, Thiago Motta, Verratti, Marchisio e Aquilani qualità e quantità a servizio del tecnico ex Fiorentina. E poi, davanti, con Balotelli e Giuseppe Rossi ci sarà da divertirsi.
-GERMANIA, l’eterna seconda? I tedeschi vogliono dimenticare le ultime delusioni, ed il tecnico Joachim Low punta sulle nuove leve, unite all'”usato sicuro”. Neuer, Reus, Gotze, Muller, Kroos, Ozil, Klose e Gomez: fantasia, esperienza, novità. Non manca niente alla Die Nationalelf.

IN SECONDA FILA

-INGHILTERRA, la selezione di Roy Hodgson si presenta leggermente in ritardo rispetto alle nazionali favorite. Forse questa è una delle nazionali inglesi più “deboli” degli ultimi anni, ma il tecnico ex Inter conta comunque sull’estro e sulle qualità dei suoi uomini migliori: su tutti Wayne Rooney, giocatore simbolo e di maggior talento che, insieme ai veterani Steven Gerrard e Frank Lampard, cercherà di far bene in Brasile. Senza dimenticare i “ragazzini terribili” Walcott, Oxlade-Chamberlain e Jack Wilshere.
-OLANDA, il solo Robin Van Persie basterà? Incompleta la rosa oranje, che vede ancora in Arjen Robben e Wesley Sneijder gli uomini di maggior valore ed esperienza internazionale, nonostante (forse) non siano più gli autentici campioni di prima. Possibile sorpresa? Staremo vedere, anche se sarà difficile replicare il Mondiale sudafricano.

POSSIBILI SORPRESE

-BELGIO, rosa giovane e di assoluta qualità quella a disposizione del ct Wilmots. La qualità e la sicurezza di Courtois in porta (il post-Cech al Chelsea), difesa blindata con il capitano del City Vincent Kompany, centrocampo tutto fantasia cn Hazard, fenomeno di Mourinho, De Bruyne, Fellaini e Dembelè, e attacco coperto con Benteke, il napoletano Mertens e l’ex Blues Lukaku. I “Rode Duivels” vogliono stupire.
-COLOMBIA, forse meno completa dei rivali del Belgio, la Nazionale colombiana presenta troppa disparità tra potenziale difensivo ed offensivo. Dietro troviamo l’atalantino Mario Yepes il milanista Zapata in mezzo, Zuniga ed Armero ai lati. Centrocampo di qualità con il viola Cuadrado, l’ex Pescara Quintero e l’interista Fredy Guarin, mentre in attacco le possibilità sono tante e di livello assoluto: Falcao, Muriel e Jackson Martinez saranno un tridente di primo livello.
-SVIZZERA, altra possibile sorpresa – seppur leggermente dietro le due rivali, la Nazionale dell’ex tecnico del Bayern Monaco Ottmar Hitzfeld che può schierare la folta colonia napoletana: Behrami, Dzemaili ed Inler formano un centrocampo di primo livello, con Shaqiri (stella del Bayern di Guardiola) ed il livornese Emeghara principali terminali offensivi. In difesa, non dimentichiamoli, lo juventino Lichtsteiner e il terzino del Sassuolo, Reto Ziegler.

DA NON SOTTOVALUTARE

-STATI UNITI, GIAPPONE, RUSSIA, AUSTRALIA, COSTA D’AVORIO: clienti scomodi potrebbero rivelarsi le selezioni appena presentate. L’esperienza di Fabio Capello potrebbe rivelarsi fondamentale per la Nazionale russa, mentre Zaccheroni, con il suo Giappone (con Nagatomo e Honda) vuole stupire. L’Australia non manca mai alle fasi finali di un Mondiale, mentre gli USA non vogliono essere delle semplici comparse. Fricani, infine, che possono presentare giocatori del calibro di Didier Drogba, Yayà Tourè, Kalou, Gervinho, Kolo Tourè ed Ebouè. Da non sottovulutare.

LE MENO ACCREDITATE

-BOSNIA, IRAN, COREA DEL SUD, COSTA RICA, ECUADOR, HONDURAS, CAMERUN, NIGERIA: sulla carta queste Nazionali si presentano come le meno attrezzate per disputare un Mondiale con reali possibilità di proseguire la propria avventura, superando il girone eliminatorio. Ma il calcio, lo sappiamo, sorprende sempre.

SPAREGGI: Portogallo-Francia (1-0), Islanda-Croazia (0-0), Grecia-Romania (3-1), Ucraina-Francia (2-0), Egitto-Ghana (1-6), Algeria-Burkina Faso (2-3), Giordania-Uruguay (0-5), Messico-Nuova Zelanda (5-1).

Viste le premesse c’è da attendersi un grande campionato mondiale. Se sei interessato a vivere questa emozione qui potrai trovare i biglietti per il Mondiale del 2014.

Seguici sul nostro canale Telegram

Francesco Totti

Roma: si avvicina il ritorno di Francesco Totti (Video)

ballando con le stelle

Ballando con le Stelle: Gigi Mastrangelo contro Anna Oxa