in

Videogiochi: aumentano l’impulsività e l’aggressività dei bambini

Numerosi sono stati, negli ultimi anni, gli studi volti ad indagare influenze, positive o negative, dei videogiochi nello sviluppo della crescita dei bambini. Alcune ricerche scientifiche hanno dimostrato che giocare regolarmente con certi videogiochi migliorerebbe alcune importanti funzionalità del cervello, in quanto essi sarebbero in grado di stimolare la logica e l’apprendimento, al pari di un problema di matematica.

Anche i riflessi, la concentrazione e la coordinazione ne trarrebbero un enorme beneficio, poiché ai giocatori spesso è richiesta un’abilità non indifferente per proseguire di livello.

videogiochi_1

Un ultimo studio, effettuato dal gruppo di ricerca di Craig Anderson, Direttore del Centro per lo Studio della violenza della Iowa State University,  precisa che giocare ai videogiochi d’azione allena il cervello a prendere decisioni rapide, ma al contempo riducono il controllo degli impulsi e aumentano il rischio di sviluppare comportamenti aggressivi. La scoperta emerge dai risultati di tre diversi studi condotti da Anderson e dai suoi colleghi, presentati al meeting annuale 2013 dell’American Psychological Association (APA), appena conclusosi a Honolulu (Usa).

Anderson spiega come “qualsiasi videogioco d’azione che richiede risposte rapide può produrre effetti sul controllo esecutivo proattivo, indipendentemente dal suo contenuto violento” e l’effetto aumenta al crescere del tempo trascorso alle prese con i videogiochi.

 

Written by Emanuela Abate

Nata ad Avellino, studentessa di Giurisprudenza all'Università di Salerno. Diplomata in danza classica, si interessa di tecnologia, scienze, moda e questioni economico-sociali.
Grande appassionata di basket, amante dello sport ed interessata ai Social Network.

Tumore ai polmoni: aglio crudo possibile rimedio

cecilia rodriguez adelaide de martino instagram

Cecilia Rodriguez ed Adelaide De Martino, altro che rivalità per Francesco Monte: le due amiche inseparabili