in ,

Vigili assenteisti a Roma, Marino: ritorsione contro di me, pene esemplari

Vigili assenteisti a Roma: dopo che i dati diffusi ieri dal vicecomandante dei vigili che ha avviato un’inchiesta interna (83,5% di assenze tra malattia, donazione sangue e altri permessi) hanno innescato una bufera, il sindaco della capitale Ignazio Marino prende le distanze dal fenomeno, e dalle pagine di Repubblica rilancia: “Verranno prese le sanzioni che la legge consente, saranno giuste ma altamente severe“.

Che pensi addirittura ai licenziamenti? “Lo potremo dire dopo che sarà completato il lavoro di indagini del comandante Clemente e degli uffici– spiega il sindaco- io credo che vadano dati segnali esemplari“. A fronte delle dichiarazioni del premier Matteo Renzi che aveva annunciato per il 2015 il “cambio di regole nel pubblico impiego” e mentre per il Garante per gli Scioperi avanza l’ipotesi “sciopero selvaggio“- con possibili sanzioni “fino a 50 mila euro“- Marino attacca: “E’ sicuramente una ritorsione contro di me: ho voluto riscrivere il contratto decentrato e il salario accessorio per i dipendenti del Comune. Ho cancellato alcuni privilegi convinto che chi lavora di più ha diritto a guadagnare di più ma ad alcuni questo metodo non è piaciuto“.

Nel frattempo esplode la bufera e Marino si trova a fare i conti con l’ennesima ondata di critiche; il segretario della Lega Matteo Salvini invita Renzi a “licenziare il primo problema di Roma” mentre per il deputato Ncd Fabrizio Cicchittoil sindaco non ha più alcuna autorità nè prestigio rispetto ad un’amministrazione comunale già da tempo allo sbando“. In controtendenza l’ex ministro Renato Brunetta, già autore di alcuni provvedimenti sulla pubblica amministrazione: “Caro presidente Renzi– scrive- le regole per combattere fannulloni e assenteisti nel pubblico impiego ci sono già, applicatele“.

Dal canto loro i vigili urbani si difendono: “Non siamo né fannulloni, né ladri“. “A Roma la tensione è alle stelle– scrive l’Ansa- frutto di frizioni che fin dal suo insediamento, ad ottobre 2013, hanno accompagnato il comandante dei vigili urbani Clemente e gli agenti del corpo di polizia locale. Il fantasma dello sciopero aleggiava sul Campidoglio già dallo scorso ottobre […]. A far esplodere la protesta non c’è solo lo scontro sul salario accessorio (che prevede, in alcuni casi, il taglio di indennità ritenute obsolete), ma anche il piano anti-corruzione voluto dal comandante Clemente che prevede la rotazione obbligatoria dei vigili sul territorio“.

Calza della Befana, Epifania 2015

Befana 2015: come realizzare la calza della befana low cost fai da te, istruzioni

mostra Roma 2015 National Geographic

National Geographic mostra Roma 2015: date e orari per riflettere sul futuro del cibo