in

Vigili del fuoco morti, proseguono le indagini: «È stato un omicidio volontario»

Ieri, 6 Novembre 2019, in tutte le caserme italiane dei Vigili del Fuoco c’è stato l’omaggio ai tre pompieri morti a causa dell’esplosione ad Alessandria. Le sirene accese hanno risuonato in un commovente saluto per Antonio, Marco e Matteo, che avevano scelto di mettersi al servizio della comunità. Gli inquirenti al momento stanno ancora svolgendo le dovute indagini per capire che cosa sia successo realmente in quella cascina di Quargnento, in provincia di Alessandria in Piemonte, nella notte tra il 4 e il 5 novembre 2019. L’esplosione è stata sicuramente voluta e ora si indaga per fare giustizia nei confronti dei tre vigili del fuoco morti.

Leggi anche –> Alessandria esplosione in una cascina: morti tre Vigili del fuoco

Vigili del fuoco morti, a che punto sono le indagini

Le indagini degli inquirenti sull’esplosione della cascina ad Alessandria continuano ininterrottamente. Le forze dell’ordine, alle due piste già prese in considerazione, ovvero i dissidi familiari e un possibile risarcimento assicurativo, ne hanno aggiunto una terza. Tra le possibili motivazioni, che hanno spinto qualcuno ad istallare le bombole di gas per creare l’esplosione, potrebbe esserci la pista del commercio dei cavalli da concorso. Gli inquirenti, come riportato da Repubblica, per ora sono sicuri di una cosa: «Chi ha messo le bombole sapeva bene come entrare. Chi ha fatto esplodere quella cascina la conosceva bene: è entrato e uscito senza forzare cancelli o porte». Ora gli inquirenti stanno lavorando per stabilire quando sono state collocate le bombole di gas e per individuare chi le ha vendute per poter così risalire all’acquirente.

Omicidio plurimo e crollo doloso

Le indagini dei Carabinieri del Comando provinciale di Alessandria, agli ordini del colonnello Michele Angelo Lorusso, sono coordinate dal procuratore Cieri. Per ora chi ha causato l’esplosione nella cascina a Quargnento, in provincia di Alessandria, è accusato di omicidio plurimo e crollo doloso. Le forze dell’ordine sembrano non avere dubbi: «È stato un omicidio volontario». Naturalmente ancora sono tanti i punti da chiarire prima di poter aver un nome in tutta questa vicenda. Seguiranno ulteriori aggiornamenti.

Leggi anche –> Chi sono i vigili del fuoco morti nell’esplosione della cascina ad Alessandria

Liliana Segre sotto scorta dopo minacce, assegnata la tutela alla senatrice a vita

Modigliani, a Livorno la mostra per i 100 anni dalla morte