in

“Vinci Salvini”, parla il vincitore: «Salvini viene amato perché è molto vicino alla gente comune»

«Viene amato perché è molto vicino alla gente comune». Parliamo di Matteo Salvini, vicepremier e ministro dell’Interno oltre che segretario politico della Lega. A definirlo così il vincitore del “Vinci Salvini”, il discusso concorso indetto dallo stesso leader leghista per premiare chi lo segue di più sui suoi social. Sta girando ormai da giorni il video del promo nel quale lo stesso Salvini invita tutti i suoi follower a partecipare a colpi di like ai suoi post per aggiudicarsi uno dei premi in palio. Uno dei primi vincitori di questa seconda edizione è Roberto Subellati, giovane studente di marketing di 22 anni, che è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Un Giorno da Ascoltare” su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

«Seguo Matteo Salvini da sempre – ha affermato Roberto – Un giorno ho visto questo promo del concorso che aveva già fatto in occasione delle elezioni di marzo 2018 e mi sono incuriosito anche dal punto di vista del marketing essendo io stesso uno studioso della materia; così ho deciso di iscrivermi dal sito di riferimento ed ho iniziato a mettere molti like ai suoi post dei vari social fino ad arrivare a vincere la telefonata e il pass per la prima fila alla conferenza di Milano. Sono emozionato perché la telefonata di Salvini dovrebbe arrivarmi a breve e non ho preparato ancora una scaletta delle cose da chiedergli!»

«La cosa che mi piace di più di Matteo Salvini – aggiunge Roberto – è il voler portare la voce del nostro Paese anche in Europa, di voler imporla: siamo dei contribuenti e diamo di più di quanto riceviamo quindi è giusto che l’Italia faccia la voce grossa e se ci riesce è grazie a Salvini, al suo modo innovativo di fare politica, diverso da quello che abbiamo visto fino ad ora con gli altri politici: nessun altro usa il suo modo di comunicare, che è molto efficiente perché arriva in maniera schietta a tutte le persone in modo semplice».

«Viene amato – ha concluso lo studente ai microfoni della radio romana – perché è molto vicino alla gente, la quale ha bisogno di normalità: fino al suo arrivo la politica veniva vista come una cosa molto distante dalla gente comune invece lui è riuscito ad avvicinare questo mondo un po’ a tutti, pubblicando status normali, foto dei piatti che mangia e delle serate che trascorre avanti la tv magari anche avanti al Grande Fratello: tutta questa normalità piace davvero molto alle persone! E mi piace anche cosa pensa dell’immigrazione».

Tutte le news di politica su UrbanPost

marco crudo capotreno antirazzista

Il capotreno antirazzista pubblica un video in cui si sfoga: «Mi applaudono quando multo uno straniero»

Alessandro Preziosi fidanzato? L’attore paparazzato a Capri con una nota attrice: ecco chi è