in ,

Vincitore Zecchino d’Oro 2016: ecco la canzone che ha trionfato (VIDEO)

Il vincitore dello Zecchino d’Oro 2016 o meglio la canzone vincitrice, quella che ha trionfato su tutte le altre in gara, è Quel bulletto del carciofo” cantata da Chiara Masetti. La piccola interprete, di soli 7 anni, che vive a Pavullo nel Frignano in provincia di Modena, ha prestato la sua voce per raccontare la storia di un carciofo che sta in un orto e fa il prepotente con le altre verdure, ma, alla fine, si pente delle angherie fatte e chiede scusa e le verdurine lo riaccettano a giocare con loro.

Al secondo posto con 190 punti “Kyro“, di Emilio Di Stefano e Marco Iardella. Al terzo posto, con 188 punti, è giunta “Pikku Peikko“, di Nicholas Di Valerio e Sara Valentina Dan. Il web, invece, ha decretato come vincitrice la canzone intitolata Cerco un circo.

Quel bulletto del carciofo, canzone vincitrice del 59esimo Zecchino d’Oro, la kermesse canora per i più piccoli in diretta dall’Antoniano di Bologna,  scritta da Serena Riffaldi e Giuseppe De Rosa, parlando di “bullismo” ha voluto portare un messaggio di positività e far passare un insegnamento molto importante.

Ecco il testo della canzone vincitrice dello Zecchino d’Oro 2016: “Giù in mezzo all’orto di mio nonno Piero/ Tra gli spinaci, vicino ad un pero /Vive un carciofo un po’ prepotente, con una lingua molto/ Pungente! / Lui è certamente molto presuntuoso /Fa sempre il bullo ed è fastidioso /Prende di mira le altre verdure scegliendo quelle che sono insicure /Il carciofo che dice? /Al ravanello: /”Testa di rapa!” “Sei molto grossa, tonda patata!” /Alla carota: /”Tu stai sotto terra! Se vieni fuori ti chiudo in serra!” /Il carciofo che dice? Alla zucchina /”Taci zuccona!” Alla cipolla:/ “Piagnucolona! /Un po’ più di acqua mi devi far bere, /Se non lo fai, poi ti faccio vedere!

Il testo continua con: “Le verdurine rimangono unite /E stando insieme diventano amiche /Vanno a giocare, non stanno a sentire /Ciò che il bulletto ridendo vuol dire, poi poi /Una risponde: “Non sei divertente, non ti ascoltiamo se sei prepotente /Devi finirla con queste battute che solo a te forse sono piaciute“” mentre nel ritornello si ripete: “Il carciofo che dice? / Al ravanello: /”Testa di rapa!” “Sei molto grossa, tonda patata!” /Alla carota: /”Tu stai sotto terra! Se vieni fuori ti chiudo in serra!” /Il carciofo che dice? Alla zucchina /”Taci zuccona!” Alla cipolla:/ “Piagnucolona! /Un po’ più di acqua mi devi far bere, /Se non lo fai, poi ti faccio vedere!
“Perché il carciofo è così prepotente?”

Nuovo Governo Mattarella Gentiloni

Nuovo Governo: Mattarella dopo le consultazioni: “Armonizzare il sistema elettorale”

Riforma pensioni 207 l'Inps pubblica elenco dei lavori gravosi

Pensioni 2016 news oggi: pensioni anticipate e Quota 41, come funziona il cumulo?