in ,

Virginia Raggi indagata, polizze intestate “per motivi affettivi”, per la Procura non c’è reato

Virginia Raggi, la sindaca a 5 Stelle non si dimette: per la procura di Roma “non c’è reato” in relazione alla polizza vita a lei intestata dall’ex fedelissimo Salvatore Romeo.

Sarebbero due le polizze vita stipulate – a detta del sindaco di Roma a sua insaputa – da Salvatore Romeo con beneficiario Virginia Raggi. Una da 30mila euro, stipulata nel gennaio 2016 e priva di scadenza, l’altra da 3mila euro con scadenza nel 2019. Fatto “penalmente non rilevante” per i pm che ieri hanno interrogato per oltre 8 ore il sindaco pentastellato, in quanto non emergerebbe un’utilità corruttiva: si è appreso che si tratterebbe di polizze da investimento che non presupporrebbero la controfirma del beneficiario.

I magistrati avrebbero bollato come “fantasiose” le causali delle due polizze prodotte da Romeo, che in una avrebbe scritto “figlia” – ma lui non è padre –  e in un’altra “motivi affettivi” che lo legherebbero alla sindaca. I magistrati avrebbero inoltre appurato, e per questo non vi sarebbe la necessità di sentirlo, che in quelle polizze vi sarebbero solo soldi di Romeo, che le usa da anni come strumenti di investimento.

Diletta Leotta SANREMO 2017

Sanremo 2017, Diletta Leotta sul palco dell’Ariston: ecco cosa farà

Lady Gaga malattia

Superbowl 2017 singer: Lady Gaga infiammerà l’NRG Stadium