in ,

Virus Antrace, Russia: 20 casi di antrace in Siberia, morto anche un bambino di 12 anni

Il virus era sepolto tra i ghiacci della Siberia, dimenticato nel tempo e congelato dalle bassissime temperature. Ma ora l’Antrace torna a fare paura: il caso nasce in Russia, dove una comunità è stata infettata da questo killer che è tornato a fare vittime a distanza di quasi 80 anni dall’ultima volta. Denis, un bambino di 12 anni, è morto sabato dopo aver mangiato della carne infetta di renna, mentre sua nonna è deceduta un giorno prima. In totale sono una ventina le persone contagiate dal Virus dormiente.

Tutti i casi provengono dalla penisola di Yamalo-Nenetsk nella Siberia settentrionale. L’origine scatenante dell’Antrace è da ricercare nella professione della famiglia del bambino: allevatori di renne. Sembra infatti che il veicolo con cui questo pericoloso virus si sia ripresentato al mondo sia tramite le renne. Attualmente 90 persone sono in ospedale sotto stretta osservazione, 45 di queste sono bambini.

Abbiamo deciso di effettuare esami su tutti i bambini di famiglie dei pastori di renne, anche se non presentano sintomi“, queste le parole della portavoce del Governatore della regione di Yamal Natalya Khlopunova. Attualmente sul luogo sono dislocate diverse unità militari specializzate nella guerra biologica. Il motivo del pericoloso ritorno sembra essere da ricercare dalle eccezionali temperature registrate nella regione. La calura ha sciolto il permafrost e liberato il Virus addormentato nei ghiacci della Siberia.

pokemon go italia

Aggiornamento Pokemon Go: trucchi, mappe e novità dal mondo dei Pokemon

Aggiornamento iOS 10 emoji armi

Aggiornamento iOS 10, Apple e le armi: l’emoji del revolver verrà sostituita