in

Visitare l’Umbria con gli itinerari religiosi francescani, tra spiritualità e arte

L’Umbria è la terra che più di ogni altra permette di avvicinarsi alla spiritualità, “intrappolata” nei santuari e nelle innumerevoli opere d’arte che testimoniano il passaggio e gli insegnamenti di San Francesco. Se siete alla ricerca di qualche itinerario religioso per recuperare una dimensione inedita di pace e di tranquillità interiore, continuate a leggere: UrbanPost ha selezionato per voi gli itinerari più significativi che coniugando arte, natura e cultura vi permetteranno, infine, di ricominciare a dialogare con la parte più intima di voi stessi. Anche se non si siete credenti.

1. L’itinerario che va da Cortona ad Assisi permette ai pellegrini di scoprire alcuni luoghi che hanno visto protagonista San Francesco. Dalla Chiesa di San Francesco di Cortona passando attraverso l’Isola Maggiore del Lago Trasimeno,fino ad arrivare al convento dei padri Cappuccini di Città della Pieve: infiniti sono le testimonianze che parlano della vita del santo. Chi intraprende questo itinerario non manchi di visitare Perugia – dove i ricordi francescani sono indissolubilmente legati alla bellezza paesaggistica e architettonica della città – e ovviamente Assisi, tappa d’obbligo di ogni pellegrino che visita l’Umbria: oltre alla Basilica di San Francesco, dove è conservato il corpo del Santo e dove trovano spazio opere di Giotto, Cimabue, Pietro Lorenzetti e Simone Martini, è possibile visitare, tra gli altri monumenti, la Basilica di Santa Chiara, con il suo affaccio superbo sulla Valle Umbra, la Chiesa di Santa Maria Maggiore con le sue decorazioni musive, il Convento e la Chiesa di San Damiano, dove si narra che Francesco udì per la prima volta la voce di Cristo, l’Eremo delle Carceri, immerso nel Parco del Monte Subasio.

2. Da Assisi a Gubbio è possibile seguire un altro itinerario francescano, facilmente percorribile a piedi. Partendo idealmente dal Monte Subasio che abbiamo lasciato nel percorso precedente, è possibile incamminarsi alla volta del borgo medievale di San Gregorio e poi dirigersi a Valfabrica, altro borgo caratteristico dalle numerose testimonianze medievali (da annotarsi una visita alla chiesa di Santa Maria, dove, secondo la leggenda, Francesco trovò riparo incappando in un gruppo di briganti). Lungo la strada provinciale che da Perugia porta a Gualdo, vale la pensa visitare il borgo di Giomici, incastonato in una cornice paesaggistica incantevole, e, proseguendo, l’antica Chiesa di Caprignone. Lungo il percorso che porta a Gubbio si trovano anche il convento di San Pietro in Vigneto, dal curioso aspetto che lo rende più simile ad una roccaforte che non a un edificio religioso, e la chiesa-monastero di San Verecondo. Il percorso si conclude nel centro storico della splendida Gubbio, dove potrete ammirare, oltre alla chiesa di San Francesco, la cappella di San Francesco della Pace, famosa per la leggenda del lupo ammansito dal Santo, e la chiesa della Vittorina, dove si narra avvenne il primo incontro con lo stesso lupo.

3. Un terzo itinerario religioso parte dalla Toscana, e più precisamente dall’eremo de La Verna, in provincia di Arezzo, dove San Francesco operò famosi miracoli, proseguendo per Città del Castello (PG), dove si trova l’omonima chiesa dedicata al Santo e raggiungendo infine Umbertide, caratteristico borgo medievale sorto sulle confluenza tra il fiume Tevere e il torrente Reggia: dalla chiesa di San Bernardino a quella di Santa Croce, dove è conservata una pala d’altare che vanta la firma di Luca Signorelli, infinite sono le occasioni per riscoprire gioielli artistici inaspettati.

Chi si è convinto a partire alla volta dell’Umbria ed è alla ricerca di qualche struttura alberghiera, dia un’occhiata qui per trovare le offerte migliori.

(immagine tratta da pixabay.com)

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Massimiliano Allegri

Juventus News: per Allegri buone notizie da Pirlo, il suo infortunio non è così grave

maria elena boschi single

Maria Elena Boschi, fidanzato: “Sono single, ma pronta”