in

Vivi il Verde 2016 in Emilia-Romagna: eventi e giardini aperti da Bologna a Rimini

Giardini, parchi e orti bellissimi, da scoprire ma soprattutto da vivere. Se amate il mondo “green” e volete scoprire l’anima verde delle città emiliano-romagnole, non potete perdervi per nulla al mondo “Vivi il Verde”, la rassegna amica dell’ambiente che per tre giorni – dal 23 al 25 settembre 2016 – torna ad aprire al pubblico giardini privati e molti altri angoli verdi in città e provincia, da Bologna a Rimini.

Che cosa prevede il programma? Un nutrito cartellone di eventi, pensato per sollecitare tutti e cinque i sensi: via libera, allora, a laboratori curiosi, visite speciali in notturna, momenti di relax degustando tisane, avvistamenti di giardini segreti, trekking urbani e mostre fotografiche.

Gli itinerari sono molteplici, e tutti incredibilmente attraenti: nel Bolognese, potrete andare alla scoperta di castagneti secolari o lasciarvi sorprendere dalla fioritura dei settembrini del Giardino del Casoncello, entrambi a Loiano, oppure riscoprire la bellezza dell’Orto Botanico di Bologna grazie alla guida di ricercatori e giardinieri. A Ferrara spalanca per voi le porte della Reggia di Belriguardo a Voghiera, residenza estiva degli Estensi, mentre a Parma si potrà conoscere più da vicino il Picasso Food Forest, capendo che cos’è una food forest urbana.

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI “GREEN” SU URBAN POST!

La Romagna non vuole essere da meno e svela al pubblico tanti altri tesori, tra cui la Cripta Rasponi e i Giardini Pensili del Palazzo della Provincia di Ravenna, di cui riscoprire storia e botanica, oppure la Villa Des Vergers di San Lorenzo in Correggiano (RN) che con il suo parco meraviglioso rappresenta uno dei rari esempi in Italia dell’eclettismo francese di fine Ottocento. Rimanendo nel Riminese, non perdete l’occasione per raggiungere Pennabili e immergervi nelle suggestioni dell’Orto dei frutti dimenticati o del giardino della Casa dei mandorli di Pennabilli, luoghi poetici entrambi legati alla figura di Tonino Guerra.

La maggior parte delle iniziative è gratuita, alcune prevedono un piccolo contributo economico. Ad altri eventi è necessario prenotarsi, seguendo le modalità descritte sul programma ufficiale, in corrispondenza di ogni singola iniziativa.

In apertura: foto tratta dalla pagina Facebook IBC Emilia-Romagna

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Miss Italia 2016 curvy, la polemica: ecco tutta la verità e la smentita di Giovanni Rastrelli

Cagliari-Palermo probabili formazioni

Cagliari – Atalanta probabili formazioni e ultime notizie 4a giornata Serie A