in ,

Voragine Pianura, l’accusa dei residenti: “La colpa non può essere ascritta tutta alla pioggia.”

E’ passata quasi una settimana dal giorno in cui una voragine si è aperta in via Campanile a Pianura destabilizzando un intero quartiere. La voragine ha causato lo sfollamento di oltre trecento persone che vivevano in quella zona, ma anche disagi per la viabilità e per il trasporto ferroviario, visto che la circolazione dei treni che collegava il quartiere di Pianura a quello di Soccavo è stata bloccata. L’intero quartiere è nel caos, il Comune per ospitare gli sfollati ha messo a disposizione due strutture, il Centro Don Giustino e l’albergo delle Terme, ma i residenti chiedono che la situazione sia risolta nel minor tempo possibile.

Noi di Urbanpost abbiamo intervistato gli sfollati per capire quali sono le reali situazioni e per percepire meglio le sensazioni che stanno vivendo in questi giorni. Il sentimento che emerge dalla parole di qualcuno è ovviamente di rabbia per una situazione che poteva essere evitata: “Ovviamente la paura ora sta facendo posto alla rabbia e alla voglia quanto meno di far luce sulle cause istituzionali, politiche e tecniche.” Gli sfollati nei giorni scorsi hanno dovuto subire anche atti di sciacallaggio, ma per adesso l’allarme sembra rientrato: “Purtroppo la situazione sciacallaggio era prevedibile ed era già stata segnalata alle autorità. Sembra adesso essere gestita al meglio dalle forze dell’ordine.

Intanto i lavori nel quartiere di Pianura continuano, la municipalità sta lavorando tutti i giorni per ripristinare la situazione al più presto possibile, ma i danni sono enormi e non trascurabili. Dalle parole dei residenti si sottolinea anche una vena di accusa nei confronti delle istituzioni municipali: “La colpa non può essere tutta ascritta alla pioggia e non ci si può nascondere dietro la scusa della calamità naturale. É evidente che ci sono delle responsabilità che lasciamo individuare alla magistratura.”

Written by Vincenzo Mele

Nato a Napoli il 13 Agosto 1996, si è diplomato al Liceo Classico Adolfo Pansini, in Napoli. Attualmente frequenta la facoltà di Lettere moderne all'Università Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei giornalisti della Campania. Si occupa di sport, tv e gossip.

anticipazioni pomeriggio 5

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 26 febbraio: Alberto Stasi parla con Chiara Poggi al cimitero

the voice 2015

The Voice 2015, Francesco Facchinetti ringrazia Alessia Marcuzzi e rimbecca il padre