in

Voucher ricollocamento 2015: che cos’è e quali sono i disoccupati ad averne diritto

Con l’approvazione dei decreti attuativi relativi al Jobs Act 2015, la famosa riforma del lavoro attuata dal Governo Renzi, è prevista, come già spiegato qualche tempo fa, un’ulteriore novità che riguarda in particolare i disoccupati: il contratto di ricollocazione, cioè uno strumento che permetterà ai disoccupati di garantirsi alcuni servizi per la ricerca di una nuova occupazione. In parole povere, è previsto che il cittadino senza lavoro abbia a disposizione un voucher ricollocamento, che varia di importo a seconda dei profili professionali e della conseguente difficoltà di ricollocazione e che il disoccupato può spendere presso una struttura pubblica o privata per la ricerca di un nuovo lavoro. Inizialmente tale diritto era previsto solamente per i contratti a tempo indeterminato a tutela crescente e riguardava i casi di licenziamento; adesso, invece, è previsto per tutti i disoccupati.

=> CLICCA QUI SE VUOI CONOSCERE ALTRE OFFERTE DI LAVORO.

Ma come richiedere il voucher ricollocamento 2015? Innanzitutto il disoccupato deve rivolgersi ad una struttura accredidata per definire il proprio profilo di occupabilità, dando tutte le informazioni necessarie (esperienze acquisite, titoli, requisiti), in modo da poter stabilire il grado di difficoltà per trovare una nuova occupazione in base al profilo. Dopodiché viene attribuito al disoccupato una “dote individuale di ricollocazione” (voucher ricollocamento), come già detto, spendibile presso strutture accreditate. Più è basso il profilo occupazionale/professionale e più sarà alto l’importo, per una media di 1.500 € a voucher ed un massimo di circa 3.500 €.

Una volta deciso a chi rivolgersi, l’importo del voucher verrà versato nelle casse della struttura solamente nel caso in cui l’esito del processo di ricollocazione sia positivo.

Ovviamente, il disoccupato ha dei diritti e dei doveri che deve rispettare nel momento in cui fa richiesta di tale beneficio:

  • il disoccupato ha diritto a un’assistenza appropriata nella ricerca della nuova occupazione, programmata, strutturata e gestita secondo le migliori tecniche del settore, da parte del soggetto accreditato;
  • deve rendersi parte attiva rispetto alle iniziative proposte dal soggetto accreditato;
  • partecipa alle iniziative di ricerca, addestramento e riqualificazione professionale mirate a sbocchi occupazionali coerenti con il fabbisogno espresso dal mercato del lavoro, organizzate e predisposte dal soggetto accreditato.

Tale beneficio perderà la sua validità nel caso in cui, una volta fatta richiesta, il disoccupato non si presenti alle iniziative di ricerca e riqualificazione o se questo dovesse rifiutare in modo ingiustificato un’eventuale offerta di lavoro che si presenti. Il voucher ricollocamento dura fin quando il lavoratore non perde il suo status di disoccupato.

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Giostra del monaco 2015 a Ferrara. Date e programma, tra cantastorie, danze e enogastronomia

Giostra del Monaco 2015 a Ferrara: date e programma, tra cantastorie, balli ed enogastronomia

Christian Bale protagonista

Cinema novità 2015: Christian Bale protagonista del film su Enzo Ferrari