in

Wanna Marchi e figlia show a Non è la D’Urso, ne hanno per tutti: pubblico impazzito

Per la prima volta in televisione dopo la condanna a nove anni di carcere, Wanna Marchi e sua figlia Stefania Nobile sono ospiti nel programma Live- Non è la D’Urso, in un confronto “due contro tutti”. In prima serata su Canale 5, le due truffatrici debuttano sul piccolo schermo tutt’altro che con la coda tra le gambe. Più agguerrite che mai, sembra quasi di rivedere le televenditrici nel Wanna Marchi Show, in cui negli anni ’80/’90, sponsorizzavano prodotti dimagranti. Una popolarità stroncata dal tg satirico Striscia la Notizia, che servizio dopo servizio, denuncia la società fondata dalla Marchi accusando le due regine delle televendite di truffa.

Wanna Marchi Stefania Nobile, nessun pentimento

Dopo i processi del caso, e la condanna a nove anni di carcere, Wanna Marchi e sua figlia, scontata la pena, sono ora libere e da qualche tempo hanno lasciato l’Italia per andare a vivere in Albania. Invitate dalla D’Urso, Wanna e Stefania si sono presentate nel salotto di Canale 5, accettando lo scontro con gli ospiti nelle sfere, che avrebbero dovuto porre loro alcune domande. Ma la scena è andata un po’diversamente. Mentre la Marchi, forse un po’stanca, magari pentita, si siede sul divano loro destinato, attenendosi, inizialmente, a quello che è il programma; Stefania, come un fiume in piena, parla, urla, si alza, va incontro agli ospiti. Insomma, scatena lei, per prima, una polemica. Lei che, in teoria, avrebbe dovuto esser lì per essere ‘accusata’. E invece, critica Enrica Bonaccorti per non averla salutata tempo fa, in un incontro in radio, menziona Formigoni, adesso in carcere, con sua grande soddisfazione. È davvero inarrestabile.

Wanna Marchi show, lo scontro infiamma lo studio

E se gli interventi di Enrica Bonaccorti, Paolo Del Debbio e Mauro Coruzzi (unica sfera ‘a favore’ delle televenditrici), vengono sopraffatte dall’incontenibile foga di Stefania Nobile, a far scatenare lo studio è la discussione con Alessandro Cecchi Paone. Il conduttore, che sottolinea le colpe delle truffatrici, definendo i loro sbagli come veri e propri reati, si becca dalle donne del ‘pagliaccio’, ‘ateo’ e ‘volgare’. L’atmosfera si infiamma, lo studio insorge, viene fuori un vero e proprio scontro alla luce del quale non possiamo che assecondare il pensiero di Del Debbio: “Non sono cambiate di una virgola”.

Leggi anche —> Manuela Arcuri ritorno sexy: il micro abito scopre l’interno coscia, che sensualità! (FOTO)

“Icardi aveva un cellulare per altre donne”: Wanda Nara furiosa

Giornata Mondiale della Poesia, “L’Infinito” di Leopardi compie 200 anni: gli eventi a Recanati e in tutt’Italia