in ,

Watergate, lo scandalo politico che cambiò l’America

Era il periodo della Guerra Fredda e della Guerra in Vietnam quando negli Stati Uniti scoppiò lo scandalo più celebre della storia moderna, lo Scandalo Watergate: il caso politico – che prende il nome dall’hotel da cui partì a vicenda – fece vivere all’America oltre 700 giorni tra dubbi, processi, indagini e rivelazioni che cambiarono il corso della storia.

Per la nostra rubrica Urban Memories ricordiamo oggi il 30 Luglio 1974, giornata che segnò l’epilogo dello scandalo Watergate scoppiato oltre due anni prima: era infatti la notte del 17 Giugno 1972 quando la polizia arrestò cinque uomini nel Watergate Hotel accusati di essere penetrati nel quartier generale del Comitato nazionale democratico, la principale organizzazione per la campagna e la raccolta fondi del Partito democratico che all’epoca occupava l’intero sesto piano dell’edificio. Seguirono quindi due anni di indagini, processi ma anche polemiche politiche e inchieste giornalistiche che contribuirono a far trapelare una verità celata sino ad allora: dietro agli uomini che piazzarono le microspie nel comitato elettorale del Partito Democratico c’erano gli uomini del Presidente. Ciò che emerse, però, fu ancora più sconvolgente: non solo lo staff presidenziale, bensì anche il Presidente Nixon sapeva tutto e aveva altresì contribuito ad insabbiare il caso e a deviare le indagini.

Lo scandalo Watergate era oramai scoppiato diventando, oltre che politico, un vero e proprio caso mediatico: venne aperta un’inchiesta con sedute pubbliche trasmesse da tutte le tv e al Presidente venne chiesta la consegna delle registrazioni delle conversazioni fatte nella Sala Ovale come prova della sua innocenza. Il rifiuto di Nixon echeggiò in tutti gli Stati Uniti: seguirono giorni di denunce, menzogne, continui sviamenti dell’indagine sino a quando Nixon capì di non poter più rifiutare la consegna dei nastri. Il 30 Luglio 1974 il Presidente degli Stati Uniti consegnò allora i nastri con le conversazioni tenute nella Sala Ovale della Casa Bianca e, da lì a qualche giorno, rassegnò le sue dimissioni.

(Foto: Wikimedia.org)

ferragosto 2016 pranzo carne

Pranzo di Ferragosto 2016: menù e ricette di carne

bimba rumena uccisa news indagini

Maria Ungureanu non è stata uccisa? La difesa di Daniel Ciocan: “Si è trattato di incidente”