in

Weekend sulla neve…in Emilia-Romagna

Chi pensa che Emilia-Romagna sia solo divertimento in Riviera si ricreda in fretta. Anche quest’anno, infatti, l’Appennino emiliano-romagnolo con le sue quindici stazioni invernali è pronto a offrire tante proposte per gli appassionati della montagna.

MALTEMPO: NEVE SU MONTAGNA VENETA, MINIME IN PICCHIATA

Dagli snowpark emozionanti ai sport adrenalinici sempre più richiesti come il kite surf o l’iceclimbing, dai baby-park dotati di ogni attrezzatura alle ciaspolate con cena finale: insomma, ce n’è davvero per tutti i gusti.

Inoltre sono tante le iniziative per i fan dello sci di fondo e gli appuntamenti unici con la natura che vanno dal trekking sui crinali ai percorsi per antichi borghi o alla scoperta delle tracce degli animali.

Il Cimone, nell’Appennino modenese, è una delle stazioni invernali più note e un vero e proprio paradiso per lo sci: 50 km di piste, servite da 23 impianti modernissimi. Per i bambini sono disponibili due babypark super attrezzati. Per gli appassionati scorrono gli anelli del fondo nel magico scenario naturale del Lago della Ninfa, Cimoncino e Polle. Continua di anno in anno il potenziamento degli snowpark nelle località Lago della Ninfa e Le Polle per la gioia dei riders più spericolati. Il Big Air Bag, il materassone gonfiabile per sperimentare nuove evoluzioni aeree senza pericoli, gestito dai maestri di sci locali, è una delle attrazioni del Cimoncino.

La stazione bolognese del Corno alle Scale offre 40 km di piste, due anelli di 3 e 5 km per lo sci di fondo, snow park e baby park. Quest’anno è stato rinnovato il servizio “Gatto Bus”: una soluzione per chi desidera bere un aperitivo o cenare in quota, sul crinale e nei rifugi, facilmente raggiungibili con un gatto delle nevi disponibile per tutto il giorno e la sera. Tra le attrattive c’è anche un moderno “baby club”, con giochi gonfiabili e tapis roulant. Per i tantissimi appassionati della tavola da neve, in località Le Malghe, si trova un bellissimo snow park attrezzato con salti, spine, gobbe e curve paraboliche.

Sull’Appennino Reggiano, a Cerreto Laghi, è stato allestito un nuovo impianto di neve artificiale su tutto il comprensorio, con snowpark attrezzato e ampliato all’arrivo. Per chi vuole “strafare” dopo lo sci potrà farsi affiancare da un personal skater per lezioni personalizzate di pattinaggio. Cerreto è la stazione di punta del territorio di Reggio Emilia: 28 km di piste, 5 impianti (compresa la seggiovia triposto che sale velocemente a 1980 metri sul Monte La Nuda), 13 km dedicati al fondo, pista omologata per gare internazionali, snow park e baby park.

Fiore all’occhiello dell’Appennino Reggiano è poi Febbio, immerso nel verde del Parco nazionale, che è la più alta stazione di sport invernali dell’Appennino settentrionale con i suoi 20 km di piste da discesa.

Nel Parmense Pratospilla, immersa tra le pendici ed il crinale appenninico, offre la possibilità di poter apprezzare una delle più belle esperienze di sport invernale, dove si può usufruire di piste da sci e snowboard in ottimo stato ed ad un prezzo davvero vantaggioso.

Chi ha voglia di avventura può avvalersi inoltre di una rete molto organizzata di rifugi all’interno dei due Parchi Nazionali: il Parco Tosco Emiliano e il Parco di Campigna e Foreste Casentinesi.

Per conoscere tutti i pacchetti e le offerte, visita il sito Appennino e Verde.

(fonte: Emilia-Romagna Turismo; autore dell’immagine: Turismo Emilia Romagna, da Flickr.com)

Monet mostra Vicenza

Da Monet a Friedich: tre secoli di paesaggio in mostra a Vicenza

Budino muu muu

Acqua ossigenata nel budino Cameo “Muu Muu”: ritirate dal commercio tutte le confezioni