in , ,

WhatsApp, multa da 3 milioni da parte dell’Antitrust: “Utenti indotti a condividere dati con Facebook”

WhatsApp è stata multata per la cifra di 3 milioni di euro da parte dell’Antitrust. Agcm ha chiuso due indagini relative alle condizioni e ai termini di servizio del famoso software di messaggistica istantanea. Gli utenti, infatti, erano stati indotti a credere di non poter usare il software senza prima aver dato il consenso alla condivisione dei loro dati su Facebook.

->SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE: URBAN TECH

Un comportamento, secondo l’Antitrust, molto scorretto. Per questo motivo WhatsApp dovrà pagare una cifra pari a 3 milioni di euro di multa. Come spiega Agcm, infatti: “La società ha, di fatto, indotto gli utenti di WhatsApp Messenger ad accettare integralmente i nuovi Termini di Utilizzo, in particolare la condivisione dei propri dati con Facebook, facendo loro credere che sarebbe stato, altrimenti, impossibile proseguire nell’uso dell’applicazione. Coloro che erano già utenti alla data della modifica dei Termini (25 agosto 2016) avevano, invece, la possibilità di accettarne parzialmente i contenuti, potendo decidere di non fornire l’assenso a condividere le informazioni del proprio account WhatsApp con Facebook e continuare, comunque, a utilizzare l’app“.

Non solo. Delle due istruttorie, una riguardava anche la presunta natura vessatoria di alcune delle clausole del contratto dedicato alle utenze. Nel dettaglio si parlava di disposizioni sui limiti di responsabilità per WhatsApp troppo generici e la facoltà di poter interrompere l’erogazione del servizio senza alcun preavviso o motivazione valida. Ora, quindi, alla società non resterà che pagare la multa.

Concordia, Processo Schettino in Cassazione: “Sabotaggio a bordo della nave”

Turchia giornalista arrestato: Oguz Guven in carcere per articolo su morte sospetta di un procuratore