in , ,

WhatsApp e smartphone spiati? Ecco i campanelli d’allarme da prendere in considerazione

Negli scorsi giorni abbiamo parlato delle novità in arrivo con i nuovi aggiornamenti WhatsApp. Ci sarà la possibilità di cancellare un messaggio inviato entro cinque minuti, geolocalizzare un contatto e inviare una notifica ogni volta che si cambia numero.
Molto spesso però la curiosità spinge amici e datori di lavoro a commettere dei veri e propri reati punibili dalla legge, quali? Installare sul cellulare della vittima un software in grado di leggere conversazioni, messaggi e registrare chiamate.

> SEGUICI SU URBANPOST TECH, METTI MI PIACE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK <

In commercio sono disponibili, a prezzi per tutte le tasche, app e programmi per mettere sotto controllo illegalmente il cellulare.
Ma come si può sapere se il nostro WhatsApp e in generale il nostro smartphone viene spiato da qualcuno? Le anomalie sono diverse: di solito il device sotto controllo inizia a surriscaldarsi più frequentemente e la batteria non funziona più correttamente. Lo smartphone si scarica facilmente e l’utente intercettato deve metterlo sotto carica più spesso.
Un altro indizio per capire se un’applicazione sta lavorando in background in maniera invisibile è quando il processo di spegnimento richiede più tempo del previsto.

Anche la ricezione di messaggi inconsueti da anonimi o da mittenti sconosciuti può essere un ulteriore campanello d’allarme da tenere in considerazione nel caso si sospetti di una possibile manomissione da parte di terzi.
Come prevenire il ‘contagio’ da malware e software spioni? Una soluzione è data dalle app disponibili in rete. È il caso di SpyWarn, applicazione in grado di individuare accessi non autorizzati.

Kuki Gallmann

Kuki Gallmann salute: grave la scrittrice italiana ferita in Kenya

Uomini e desiderio fra le lenzuola, cosa cercano i ventenni oggi

Uomini e piacere a letto: cosa cercano i ventenni di oggi sotto le lenzuola?