in ,

White n. 29: la fiera delle tendenze e del contemporary a Milano il 20-21-22 settembre 2014

Milano ferve, la fashion week è alle porte. A partire da domenica 14 con il Milano Fashion Film Festival, una serie di importanti eventi, oltre alle sfilate, si susseguiranno durante le settimane dedicate alle collezioni donna per la prossima stagione calda. Tra questi, il più atteso è il White, la rassegna internazionale dedicata al contemporary e alle nuove tendenze, giunta quest’anno alla sua 29°edizione. Nel fashion district del cuore della città meneghina, gli spazi di via Tortona ospiteranno 453 aziende tra abbigliamento e accessori, che si riuniranno il 20, 21 e 22 settembre per dare vita alla manifestazione che, negli ultimi anni, si è rivelata essere il maggiore punto di riferimento internazionale per la moda contemporanea, sia dal punto di vista degli acquirenti, i buyers, sia dal punto di vista dei brands, che al White espongono tutte le loro nuove proposte.

 Milano via Tortona 20-21-22 settembre

Una vera e propria fucina di idee per i nuovi linguaggi della moda e della comunicazione, insomma, per un salone in continua crescita, che conferma Milano come miglior vetrina per i marchi emergenti, e “si contraddistingue per la qualità, la sperimentazione, e l’attenzione ai nuovi linguaggi espressivi”, come spiegato da Cristina Tajani, assessore alla Moda e al Design del Comune di Milano, patrocinatore di questo importante evento. Tante, tantissime le novità di questa 29° edizione. A partire dalla presenza in qualità di ospite speciale del marchio belga Filles à Papa, uno dei brand più promettenti del panorama apparel internazionale, che si contraddistingue per il suo stile mix-and-match easy-to-wear, a quella dei brand di calzature sporty, come il giapponese Losers, e calzature glamour, come Paris in Paris. E poi ancora il debutto della collezione vintage-glam firmata Giuliette Brown & Filippa Lagerback. E poi ancora i mantelli, papillon, cravatte e gilet d’autore di Ermanno Gallamini, gli abiti street style di Virginia Bizzi, le contaminazioni londinesi di Opening Ceremony, Markus Lupfer, e Toga Pulla, Footwear, e quelle della scuola di Anversa di AD Ann Demeulemeester. Stimolante e di grande interesse l’idea di uno spazio interamente dedicato al surf  e ai gioielli. Si tratta della Redmilk Room, divisa, appunto, in due aree tematiche: la prima, Surf Attitude, dedicata allo stile da spiaggia della Golden Coast californiana, la seconda,  Trend Attitude, dedicata a gioielli, bijoux, e accessori. Spazio anche al beauty, con una sezione dedicata alla cosmesi e profumeria, White Beauty.

Infine segnaliamo Time, il nuovo importante progetto realizzato dall’organizzazione White in collaborazione con la Camera italiana dei buyer della moda, ed il patrocinio del Comune di Milano. L’iniziativa, è volta a valorizzare e supportare le piccole aziende del settore moda, e a mettere in luce l’elevata professionalità dei compratori italiani titolari degli showroom più belli e rinomati sul territorio. Il fine è quello di promuovere e agevolare l’incontro tra domanda e offerta, da una parte, e far conoscere un intero settore merceologico al grande pubblico, dall’altra, nell’ ottica di seguire un filo conduttore che porti al corretto bilanciamento tra tradizione e innovazione, che una volta individuato crea un’alchimia indiscutibilmente vincente sul mercato. Al termine della settimana della moda milanese verrà anche eletto il vincitore di Time, selezionato da una giuria di esperti buyer, coordinata dal Presidente della Camera buyer Mario dell’Oglio. Per concludere, usando le parole di Massimiliano Bizzi, Presidente e fondatore della rassegna, “ la formula del White è vincente sotto ogni profilo”.

 

 

 

Ilaria D'Amico incinta

Ilaria D’Amico e Gigi Buffon aspettano un figlio? Spunta una foto sospetta

Ryanair voli cancellati 19 settembre 2017

Ryanair volo Alghero: sigaretta in aereo, multa di 2000 euro per fumatore incallito