in ,

Wikileaks su USA rivelazione scottante: spiano i presidenti francesi, Obama alle strette

Wikileaks ha rivelato che l’Nsa statunitense avrebbe intercettato segretamente i Presidenti della Repubblica Chirac, Sarkozy e Hollande. Una bella patata bollente per Obama e un affronto a cui la Francia ha immediatamente risposto mediante Stephane Le Folle, portavoce del governo francese: “Francia e Stati Uniti sono spesso alleati nel mondo a favore della democrazia e della libertà. Che ci sia stata questa ‘copertura’ evidentemente non è né accettabile né comprensibile“.

Non poteva tacere la Casa Bianca, che rischia l’incidente diplomatico, ed è rimasta abbottonata per svariate ore prima di ribattere: “Noi non stiamo intercettando le comunicazioni del presidente Hollande né mai lo faremo“. Wikileaks, però, ha diffuso anche i contenuti del frutto dello spionaggio ponendo gli States in una condizione assai critica e imbarazzante. L’ultima intercettazione documentata risale al 22 maggio 2012 e coinvolge proprio il Presidente Hollande, da poco insignito della carica di Primo Ministro. A visionare in esclusiva questo materiale scottante sono Liberation, Sueddeutsche Zeitung e L’Espresso.

La rivelazione pone anche Hollande in grave imbarazzo essendo trapelata la sua volontà segreta di fraternizzare con gli oppositori politici tedeschi della Merkel. Le prerogative per l’incidente diplomatico ci sono proprio tutte e negare fatti supportati da una documentazione si fa sempre più difficile.

android 5.0.2 lollipop

Aggiornamento Android Lollipop 5.1.1. Samsung Galaxy S5 e Huawei Honor 6: download manuale ecco come fare

Antonio Pulvirenti

Caso Catania: Palazzi inizia le indagini, i campionati potrebbero slittare?