in , ,

William Shakespeare, 399 anni dalla morte: ecco gli eventi imperdibili nel 2015, da Milano a Verona

Il 23 aprile è la data indissolubilmente legata alla vita di William Shakespeare: momento di morte e (presunto) momento di nascita del drammaturgo più famoso di tutti i tempi.

Che cosa sappiamo di William Shakespeare, a 399 anni dalla morte? Dai pochi documenti pervenuti possiamo affermare che lo scrittore nacque a Stratford-upon-Avon, dove, dopo aver studiato nella King’s New School, deve aver lavorato con ogni probabilità come apprendista nel negozio paterno di pelli e contratto nozze con Anne Hathaway, da cui avrà tre figli. Da quel momento un buco storico: anni perduti che non ci permettono di ricostruire la storia che va dalla giovinezza ai primi successi di Londra, dove, secondo alcune ipotesi, il Bardo si sarebbe rifugiato per sfuggire ad un processo che lo vedeva imputato per la caccia da frodo di un cervo.

Insomma, tutto quello che sappiamo del sommo poeta inglese possiamo evincerlo dalle sue opere: 154 sonetti e 37 testi teatrali, dove il drammaturgo ha dato prova di eccellere, coniugando profondità filosofica e una caratterizzazione unica dei personaggi. In appena venticinque anni – compresi tra il 1588 e il 1613 – Shakespeare è riuscito a rivoluzionare la storia della letteratura di tutti i tempi: riviviamone la grandezza a 399 anni dalla morte proprio sul palco dei teatri italiani, dove anche nel 2015 sarà possibile assistere a qualche opera immortale firmata dal drammaturgo.

Per riscoprire la tragedia senza tempo di Romeo e Giulietta – dove “amore corre verso amore” – approfittate dello spettacolo itinerante “Romeo e Giulietta” del Teatro Stabile di Verona, che proprio stasera 23 aprile 2015 accompagnerà i turisti alla scoperta dei luoghi più caratteristici della città: dal celebre cortile alla terrazza di Giulietta, fino alle magiche piazze del centro.

L’appuntamento è anche nei palasport di molte città con l’acclamato musical “Romeo e Giulietta – Ama e Cambia il Mondo”, opera dei record che ha già incantato centinaia di migliaia di spettatori: lo spettacolo verrà portato in scena dal 24 al 26 aprile a Torino al Pala Alpitour (Ex Palaolimpico); dal 30 aprile al 3 maggio Pesaro (Adriatic Arena); dal 21 al 24 maggio ad Acireale (Palasport); dal 6 al 10 maggio a Trieste (Politeama Rossetti); dal 5 e 6 giugno a Porza – Lugano (Palaghiaccio Resega); dal 12 al 17 giugno a Piazzola sul Brenta, in provincia di Padova, all’Hydrogen Festival; dal 25 al 27 giugno a Reggio Emilia (Stadio Mirabello).

Avete voglia di rivivere la magia di Romeo e Giulietta all’opera? Ancora una volta l’appuntamento è Verona, precisamente all’Arena, dove, nel cartellone della ricca programmazione estiva verrà portato sul palco “Roméo et Juliette”, la sinfonia drammatica firmata da Hector Berlioz che si ispira alla celebre tragedia shakesperiana. Le date? L’8 agosto, il 21 agosto e il 3 settembre 2015 alle ore 20:45: qui trovate tutti i dettagli per l’acquisto dei biglietti.

Chi preferisce Amleto, invece, non si perda l’appuntamento con la performance che ancora una volta fa interrogare sul senso della vita: si chiama “La passione di Amleto” e verrà portata in scena al Teatro La Scala della Vita di Milano il 17 e 18 giugno alle ore 21, nell’ambito del ricco programma di eventi con cui la città celebra Fuori Salone Expo 2015.

Siete alla ricerca di qualche itinerario shakesperiano? Non mancate di visitare Verona, con i tanti luoghi simbolo legati alla celebre coppia legata da un destino tragico, né di organizzare un tour alla scoperta dei luoghi in cui il Bardo è vissuto, da Stratford-upon-Avon a Londra.

Image Credit: Shutterstock – Antique book cover

 

 

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Yara Gambirasio ultime notizie

Caso Yara, news a Pomeriggio 5: trovata traccia secondo Dna maschile sul suo corpo

il parlamento ha approvato la legge sul divorzio breve

Divorzio breve è legge: il Parlamento ha dato l’approvazione