in

World League volley 2015 Italia-Brasile 3-2: nella grande sfida la spuntano gli azzurri di Berutto al tie-break

Tutto pieno al Foro Italico e spettacolo puro durante il match di World League volley 2015 per Italia-Brasile. Ripagati, dunque, a pieno gli spettatori che sono giunti a Roma con la speranza di assistere ad un grande show ed una spettacolare vittoria da parte degli azzurri di Berruto. Dopo il match vinto contro l’Australia, arriva la vittoria per 3-2 da parte dell’Italia, che la spunta al tie-break contro un Brasile più esperto ma che non è riuscito a sfruttare l’occasione decisiva per chiudere i conti. La prima gara del quarto weekend di World League volley 2015 parte bene per gli azzurri.

Primo set che premia gli azzurri, anche se costretti a rincorrere per buona parte del primo parziale i brasiliani, che prima si sono portati sul vantagio di 5-7, poi hanno allungato fino al 8-12. L’Italia però non molla e tiene aperto il match e grazie anche a qualche errore che sorge da parte del Brasile e grazie ai due muri di Birarelli e al sopra le righe Zaytsev, mette la freccia, inseriesce l’ultima marcia e porta a casa il set sul 26-24. Il secondo set, ovviamente, parte sulle ali dell’entusiasmo di tutti i presenti al Foro Italico, ma il parziale comincia esattamente come il primo: il Brasile si porta sul 12-16 e questa volta l’Italia non riesce a rimontare e il set si chiude sul 21-25.

Italia-Brasile, però, cambia nettamente direzione quando, grazie all’apporto dei tifosi, l’Italia cambia marcia e ritrova solidità a muro, mettendo in mostra un grande lavoro in ricezione. Aumentano gli errori da una parte e dall’altra ma questa volta il break vincente è degli azzurri, che si portano sul 12-16 e da lì in poi, non molla più il vantaggio. Il Brasile comincia a commettere troppi errori nel tentativo vano di riprendere il set e il parziale si chiude sul 25-18. Si va, dunque, verso il quarto set che vede però un Italia ancora troppo discontinua, che lascia la possibilità ai verdeoro di riacciuffare il pareggio e prolungare la partita fino al tie-break, vincendo 17-25 grazie ai tanti errori azzurri. Il quinto ed ultimo set inizia sul filo dell’equilibrio ma è l’Italia ad avere più coraggio e a sfruttare gli errori brasiliani: il primo break è a favore degli azzurri (7-5), poco dopo arriva l’8 pari con Wallace ma Lanza e il muro riportano la squadra di Berruto sul 10-8. Dopodichè si procede punto a punto fino al primo match ball che però è per il Brasile, annullato da un grande Vettori che chiude i conti sul 16-14.

Risultati Girone A Gruppo 1:

29 maggio, Australia-Italia 1-3 / Brasile-Serbia 3-2

30 maggio, Australia-Italia 1-3

31 maggio, Brasile-Serbia 3-1

5 giugno, Brasile-Australia 3-1 / Italia-Serbia 1-3

7 giugno, Brasile-Australia 3-0 / Italia-Serbia 3-2

12 giugno, Italia-Australia 0-3 / Serbia-Brasile 3-2

14 giugno, Italia-Australia 3-0 / Serbia-Brasile 2-3

18 giugno, Serbia-Australia 3-0

19 giugno, Italia-Brasile 3-2

Written by Giuseppe Cubello

Studente all'Università Magna Graecia di Catanzaro. Innamorato dello sport. Sogno di diventare presto giornalista pubblicista.

Jobs Act

Jobs Act ultime novità sui controlli a distanza: che cosa cambia davvero per il lavoratore?

Oscar Wilde Dorian Gray

20 giugno 1890, Oscar Wilde pubblica “Il ritratto di Dorian Gray”