in ,

Yara, Bossetti: mai chiamato per il test del dna, il perché

Caso Yara, ecco perché Bossetti non è mai stato chiamato per il test del dna. Lo ricorda lui stesso, dicendo di averne parlato con il cognato Agostino Comi, nel 2011: “Due o tre giorni prima era stato chiamato mio cognato, che in quegli orari a Brembate Sopra passava. Presumo che tramite le celle l’abbiano captato”. Così avrebbe detto Bossetti nel corso dell’interrogatorio.

Anche lui, infatti, si aspettava di essere chiamato. Tantissime sono state, infatti, le persone in una cella di Brembate Sopra o di Ponte San Pietro e Mapello, ad essere chiamate tra il 25 ed il 26 novembre di 4 anni fa per eseguire il test del dna. Bossetti no, anche se il suo cellulare agganciò la cella di Mapello alle 17.45 del 26 novembre, giusto un’ora prima che Yara sparisse. Secondo il Corriere della Sera, Bossetti non ha fatto il test del dna per tutta la confusione che si era creata nelle telefonate ricevute tra carabinieri e polizia.

 

Costa concordia rigalleggiamento

Costa Concordia ancora rinvii: partenza per Genova posticipata a mercoledì

segreti dieta del sondino

Dieta del sondino: tutti i segreti