in ,

Yara Gambirasio, Quarto Grado ultime novità: Massimo Bossetti suggerisce piste alternative

Quarto Grado apre la puntata di giorno 11 settembre 2015 trattando il caso della piccola Yara Gambirasio, la ginnasta di Brembate del cui crudele omicidio è accusato Massimo Bossetti. Lolo stesso giorno in cui nel Tribunale di Bergamo è ripreso il processo per il caso della tredicenne che è stato lungo e faticoso in quanto sono stati ascoltai come testi i genitori di Yara e varie altre persone che avevano stretti contatti con lei, come le sue insegnanti di ginnastica che erano anche delle sue amiche.

La lunghissima udienza svoltasi a porte chiuse e conclusasi intorno alle 19 è stata raccontata ai telespettatori di Quarto Grado dagli inviati della trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero. I genitori di Yara hanno raccontato tutti i loro ricordi relativi alla loro figlia. Il padre Fulvio ha detto che Yara era come il sole per la loro famiglia un collante del loro nucleo. L’uomo ha sorriso parlando di sua figlia, ma anche pianto non reggendo il dolore. Mentre la madre Maura ha risposto a tutte le domande degli inquirenti facendo riemergere i suoi ricordi senza lasciarsi prendere dalla commozione.

Nello studio di Quarto Grado è stato presente il pool difensivo di Massimo Bossetti che oggi per la prima volta non ha assistito all’udienza dalla gabbia degli imputati, ma dai banchi accanto ai suoi difensori. Questi ultimi hanno riferito che il muratore di Mapello spesso pensa ai genitori di Yara e al grande dolore che stanno vivendo, Bossetti per tutta la durata dell’udienza è stato attento e molto concentrato su tutto che i testi hanno riferito. Inoltre l’imputato ha scritto una lettera ad uno dei consulenti tecnici della difesa, Ezio Denti, per indicare delle piste alternative che dovrebbero essere vagliate, indicando un collega di lavoro e un parente molto prossimo che a suo dire sarebbero stati reticenti. Bossetti ha ribadito di non avere mai conosciuto Yara e di essere innocente. Pe la difesa quello di stabilire che la giovanissima vittima non conoscesse il loro assistito è un elemento fondamentale

 

 

 

 

Mario Balotelli e Raffaella Fico, Mario Balotelli, Pia

Mario Balotelli e Raffaella Fico vicini a un accordo per Pia: lei si trasferirà a Milano

processo Michele Buoninconti

Elena Ceste, Quarto Grado ultime novità: i figli potrebbero svelare dei penosi segreti ?