in ,

Yara Gambirasio trovato l’assassino: avrebbe circa 40 anni e sarebbe un concittadino

Il ministro Alfano ha dato un annuncio che, se trovasse conferma assoluta, rappresenterebbe la svolta definitiva nel caso Yara Gambirasio. Lo avevano soprannominato “ignoto uno”, lo cercavano ormai da quasi 4 anni ma da poco meno di un anno gli investigatori erano in possesso del suo profilo genetico. Il colpevole sarebbe, il condizionale è obbligatorio, un ragazzo relativamente giovane, sui quarant’anni, che viveva nel medesimo paese della piccola Yara.

Yara-Gambirasio-scritta-in-chiesa

Nella giornata odierna la persona che corrisponderebbe al profilo genetico di “Ignoto uno” è stata fermata nei dintorni di Bergamo. Alfano, nel dare l’annuncio ai media, pare essere alquanto sicuro rispetto al colpevole che sarebbe quindi il figlio illegittimo di Giuseppe Guerinoni, autista d’autobus deceduto nel 99.

Ecco le parole del Ministro degli Interni: “Le forze dell’ordine, d’intesa con la magistratura, hanno individuato l’assassino di Yara Gambirasio. E’ una persona dello stesso paese dove viveva la vittima. Secondo quanto rilevato dal profilo genetico in possesso degli inquirenti l’assassino della piccola Yara è una persona del luogo, dunque della provincia di Bergamo.

 

 

politica italiana

“Democratellum”: Matteo Renzi invitato dal M5S ad un confronto in diretta streaming sulla legge elettorale

emergenza immigrati

Immigrati: ancora morti e dispersi dopo i nuovi sbarchi sulle coste di Palermo stamane