in ,

Yara, madre Massimo Bossetti inseminazione: Ester Arzuffi denunciata per diffamazione da familiari ginecologo

Omicidio Yara Gambirasio: Ester Arzuffi era andata a dirlo qualche mese fa in tv, a Bianco e Nero di Luca Telese su La 7, prima che avesse inizio il processo d’appello a carico di suo figlio: “Certo, se non ho avuto rapporti con Guerinoni, qualcosa il mio ginecologo può darsi che abbia fatto. Mi spiego la cosa solo con la procreazione medicalmente assistita, a cui sarei stata sottoposta in maniera inconsapevole”.

—> OMICIDIO YARA GAMBIRASIO: SU URBANPOST TUTTI GLI APPROFONDIMENTI SUL CASO, LEGGI

Questo il suo modo grottesco per difendere la sua reputazione, per giustificare ciò che le indagini a carico di Massimo Bossetti (condannato all’ergastolo anche in secondo grado per l’omicidio della ginnasta di Brembate) avevano appurato, e che anche le analisi da lei commissionate in altro laboratorio medico hanno confermato: i suoi due figli gemelli, Massimo e Laura Letizia, sono figli biologici di Giuseppe Guerinoni (morto nel ’99) e non del defunto marito, Giovanni Bossetti. La donna ha infatti sempre negato di avere avuto una relazione clandestina con Guerinoni (autista di Gorno, padre di Ignoto 1, che guidata l’autobus con il quale la Arzuffi si recava al lavoro), adducendo (solo davanti alle telecamere ma non nel processo di primo grado, durante il quale si avvalse della facoltà di non rispondere ai giudici) una congettura quanto mai surreale ed inverosimile per spiegare siffatta circostanza: “Sono stata inseminata a mia insaputa”.

Giuseppe Guerinoni e Massimo Bossetti:

 

>>> Caso Yara madre Bossetti inseminazione: Ester Arzuffi, per genetista confessione inverosimile <<<

Ebbene, in queste ore è giunta la notizia che la madre di Massimo Bossetti è stata querelata dai familiari del ginecologo defunto. Secondo la vedova e le due figlie (di 45 e 46 anni) del medico, scomparso nel 2004, infatti, “si è lasciato intendere che l’uomo fosse l’autore” del presunto trattamento di inseminazione artificiale. Le donne hanno querelato la madre di Bossetti perché “turbate e indignate per l’offesa alla memoria” del loro caro. A rendere nota la denuncia il loro avvocato, Roberto Bruni, che ha definito “stravagante” e “smaccatamente falsa” la notizia, anche perché l’inseminazione artificiale non esisteva nel 1970, quando Massimo Bossetti e la gemella Laura Letizia sono stati concepiti. Inoltre il ginecologo chiamato in causa all’epoca dei fatti non aveva ancora uno studio privato, lavorava in ospedale, né si era specializzato in ostetricia e ginecologia. Ester Arzuffi è ora accusata di affermazioni “gravemente lesive della reputazione” del medico, accusato di “gravissime violazioni dei doveri deontologici”.

protezione civile allerta meteo

Cortina d’Ampezzo bomba d’acqua nella notte: un morto

Caldo record in Italia: le previsioni meteo per domenica 6 agosto 2017