in ,

Yara motivazioni sentenza Bossetti, intervista esclusiva all’avvocato Salvagni: “Appiattimento acritico tesi accusa, dubbi sollevati permangono”

Depositate ieri pomeriggio le motivazioni della sentenza con la quale la Corte d’assise di Bergamo lo scorso 1° luglio ha condannato in primo grado all’ergastolo Massimo Bossetti. Il carpentiere bergamasco è stato giudicato colpevole dell’omicidio di Yara Gambirasio, la 13enne di Brembate di Sopra (Bergamo) uccisa la sera del 26 novembre 2010.

UrbanPost ha intervistato in esclusiva Claudio Salvagni, legale difensore di Bossetti insieme a Paolo Camporini. Molto critico il legale nei confronti del contenuto di questa sentenza: abbiamo raccolto le sue prime impressioni dopo la lettura di un fascicolo di oltre 150 pagine, dove è messo nero su bianco il perché secondo la Corte Bossetti è l’assassino di Yara. Eccole:

Dalle indiscrezioni emerse sulle motivazioni della sentenza di condanna a carico di Massimo Bossetti emerge la figura di un uomo “crudele”, “sadico”, “senza compassione” – per usare le parole della presidente Bertoja – come commenta le pagine del fascicolo? Vi aspettavate qualcosa di diverso?

“Ho dato una lettura per ora veloce e alquanto superficiale, ora passeremo ad una lettura seria e di studio … Sì, mi aspettavo qualcosa di molto diverso: per me questa è una sentenza che anzitutto non condivido, e in secondo luogo reputo che sia carente sotto tanti punti di vista. Mi aspettavo una sentenza che desse delle risposte ai dubbi che la difesa ha sollevato, invece i dubbi permangono e c’è un appiattimento sulle tesi dell’accusa in maniera del tutto acritica, cioè non viene spiegato perché deve preferirsi una tesi piuttosto che l’altra, non c’è un ragionamento logico-giuridico come ci insegna la Cassazione, c’è soltanto l’esposizione lineare delle tesi del pubblico ministero, come se il processo sostanzialmente non si fosse neppure svolto, se non solo con il riferimento alle lettere della Gina che vengono menzionate. Per il resto è come se fossimo fermi all’inizio di luglio del 2015, quando il processo non era nemmeno ancora iniziato. Quelle erano le cose che le carte della pubblica accusa evidenziavano e quelle sono state riproposte pedissequamente nella sentenza. Questa è secondo me una cosa inaccettabile”.

Il profilo genetico attribuito a Bossetti, e che voi avete tanto contestato nel processo, nelle motivazioni viene menzionato quale prova inconfutabile della colpevolezza del vostro assistito, un elemento privo di qualsiasi ambiguità interpretativa. Per la Corte, quindi, non ci sono dubbi in merito a questo Dna?

“Vede, prendo atto che la Corte è andata oltre quello che tutti gli scienziati hanno detto – perché nessuno scienziato ha saputo dare delle risposte che spiegassero le anomalie evidenziate – evidentemente la Corte ha più ‘Scienza’ ancora degli scienziati … per cui, che dire, ne prendo atto ma non sono soddisfatto perché io pretendo una risposta scientifica”.

Confermato anche il movente a sfondo sessuale: per i giudici Bossetti avrebbe aggredito Yara dopo essere stato respinto da lei a seguito di “avances a sfondo sessuale”.

“È stato confermato, no, perché il pubblico ministero nella propria requisitoria ha alzato le mani e ha detto ‘Noi non siamo in grado di dire quale sia il movente’, è stata la Corte che, con un proprio film assolutamente disancorato da ogni risultanza processuale, ha descritto un movente di tipo sessuale. Da dove l’abbia desunto è veramente un mistero. Adesso leggerò più attentamente la sentenza, ma questa questione del movente sessuale è assolutamente da capire …”.

Bossetti come sta, ha già preso visione delle motivazioni della sentenza? Lei gli ha parlato?

“Non credo le abbia lette perché le abbiamo avute noi oggi, quindi … Non ho ancora parlato con lui, nei prossimi giorni lo farò”.

Quali saranno i vostri prossimi passi? Come vi muoverete ora?

“Noi a questo punto studieremo attentamente la sentenza, cominceremo a lavorare sull’appello per redigere l’atto, certo”.

treno storico a vapore

Treno storico Novara-Varallo 2016: il Sacro Monte si raggiunge con una locomotiva a vapore

Champions League streaming gratis

Risultati Champions League 28 settembre 2016: pokerissimo Napoli, stop City, show PSG