in ,

Yellow Moor: il nuovo progetto di Andrea Viti e Silvia Alfei, mettendoci ossa rotte e tagli alle mani

Yellow Moor è il nuovo progetto di Andrea Viti e Silvia Alfei, nato per fare qualcosa per cambiare la propria vita. Tra le collaborazioni precedenti di Andrea Viti: Mark Lanegan, Franco Battiato e Nick Cave. Yellow Moor è nato da una domanda di Silvia ad Andrea, in moto, a maggio, mentre costeggiavano una landa di fiori gialli: “Perché non facciamo un disco? Non credi sia arrivato il momento?”

nuove tracce

Silvia ed Andrea sentivano l’urgenza di un cambiamento, così hanno trovato un vecchio casale, poco fuori il capoluogo, in mezzo ai boschi, vicino al fiume “una scelta estrema, per rimetterlo in sesto e per renderlo vivibile ci sono voluti mesi di lavoro, braccia ed energia per trasformarlo in un luogo abitabile, ma era l’unica soluzioneper poter creare e pensare di realizzare un disco”.

Nascono le composizioni di dieci tracce, come “Across this night” (“Across this night, suspicion knocking at my door, I try to realizewe’re still fragile. Tears in this dark cage of mine ‘cause I want to see us shine again”), o “Seven Lizards”, (“In the middle of a season where the wind never dies down, the forest born again to be cut down, as I stand here watching seven lizards in the sun to give me another smile…”).

Le parole di altri brani raccontano smarrimento e confusione, esperienze legate al passato molto difficili, come “They have come” e “Out of the city”. Si ride anche, pensando alla trappola del successo, inteso come sprechi, apparenza, ostentazione, con “Supastar”, ironico e ambiguo.

MUSICISTI:
Francesco Cappiotti, Philip Romano, Simone Marchioretti, Guglielmo Cappiotti.

LINK:
Facebookwww.facebook.com/YellowMoorOfficial
Twitter: @Yellow_Moor
emailyellowmoorofficial@gmail.com

Seguici sul nostro canale Telegram

anticipazioni un medico in famiglia 9

Un Medico in Famiglia 9: Eleonora Cadeddu si è sentita un pesce fuor d’acqua sul set

cucchiai

Milano Food Week: fotografare la tavola creativa