in

Yelp licenzia Talia Jane ma su Medium è già una star

Talia Jane è o meglio era una centralinista di Eat24, un’app di Yelp che permette quotidianamente a migliaia di utenti di ordinare un pasto personalizzato sia a pranzo sia a cena. Ciò che nessuno forse si sarebbe mai immaginato è lo stipendio misero racimolato ogni mese dalla ragazza. Otto dollari e cinquanta all’ora. È nell’affitto di un minuscolo appartamento nei quartieri bassi di San Francisco che va tutto.

SEGUICI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK UFFICIALE: URBAN TECH

Hai appena speso 300 milioni di dollari per comprarti un’applicazione che ti porta il cibo e casa e una delle tue impiegate non ha nemmeno i soldi per fare la spesa” – ha scritto Talia sulla piattaforma social Medium. Commenti e like si sono susseguiti senza sosta tanto da attirare l’attenzione persino della direzione di Yelp che, dopo poche ore ha licenziato in tronco la ragazza.

Nei giorni successivi, l’azienda non ha smentito i provvedimenti presi sulla ragazza ma anzi, ha confermato di aver interrotto il rapporto di lavoro con la giovane 25enne.
La notizia è stata ripresa anche da Jeremy Stoppelman in persona che su Twitter ha cinguettato il suo disappunto sul costo della vita a San Francisco senza però specificare quali motivi hanno spinto l’azienda al licenziamenti di Talia Jane.

Photo Credit: GongTo / Shutterstock.com

Napoli 1-1 Milan diretta Serie A 26° giornata: risultato in tempo reale

Uomini e Donne Ludovica Valli

Uomini e Donne news, Ludovica: Fabio e Lorenzo falsi? Manuel trionfa