in

YouTube: musica a pagamento ma senza pubblicità?

YouTube è il maggior sito di condivisione video, ed è diventato anche il maggior strumento di fruizione della musica da parte del pubblico più appetibile, vale a dire gli adolescenti.

Dopo le iniziali scaramucce con l’industria discografica, che vedevano una perdita di introiti a fronte della riproduzione delle canzoni, la piattaforma ha trovato un accordo con le etichette musicali: una parte degli introiti pubblicitari derivanti dalle canzoni viene girato alle rispettive case discografiche, a titolo di diritti d’autore.

Questo tipo di accordo non è però giudicato pienamente soddisfacente per le due parti coinvolte, e pertanto si stanno cercando delle alternative, anche alla luce della nascita di altri importanti player, come Spotify.

youtube adwords

In quest’ottica, già entro l’anno, potrebbe essere lanciato un servizio a pagamento per usufruire delle canzoni di determinati artisti. Non si sa quale potrà essere il vantaggio per chi si abbona, ma è facile da intuire che la prima possibilità potrebbe essere di non dover sopportare la pubblicità, che si tratti delle fastidiose inserzioni Adsense ad inizio video (foto sopra), o dei veri e propri spot inseriti prima della riproduzione dei filmati, che oggi non si possono saltare se non dopo almento 5 secondi.

Sarà la quadratura del cerchio per YouTube e le case discografiche? Si troveranno abbastanza utenti disposti a pagare per non avere le pubblicità? O stanno arrivando altre, più succose sorprese?

Per ora c’è molto riserbo in merito, ma presto, entro l’anno, dovremmo conoscere la risposta.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Virus mortale in Europa, 14 contagiati e 8 decessi: influenza aviaria?

FIAT regala i sensori di parcheggio su Facebook per l’8 Marzo: è delirio