in , ,

Yves Saint Laurent: gli 80 anni che avrebbe dovuto festeggiare

Era il 2008 quando uno degli stilisti più longevi e prolifici del Novecento si spegneva; si tratta di Yves Saint Laurent, francese di origine algerina che per 40 anni ha fatto sognare e cambiare le donne di almeno tre generazioni. Yves Saint Laurent oggi, 1 agosto 2016, avrebbe compiuto 80 anni e forse avrebbe regalato ancora tante sorprese alle donne grazie ai suoi abiti e ai suoi profumi; lo stilista però, molto prima della sua scomparsa, nel 2002 con uno spettacolare ultimo fashion show aveva dato il suo personalissimo addio “a un mondo, quello della moda, che trovava orribile”. Troppo forse era cambiato per lui, soprattutto dopo che nel 1999 la sua azienda venne acquisita dal Gucci Group.

Davvero troppo eccessivo per Yves Saint Laurent un cambiamento del genere, per lui che cresciuto disegnando e creando vestiti per la madre e la sorella, poco dopo il suo arrivo a Parigi venne scelto da Christian Dior per stare al suo fianco. Furono gli anni in cui lo stilista crebbe maggiormente tanto che, alla morte di Dior nel 1957, venne scelto come direttore creativo della celebre maison. Fu davvero troppo per la sua salute quando all’apice del suo successo, nel 1960 venne chiamato al fronte dall’esercito francese: solo poche settimane bastarono per essere licenziato da Dior e cadere nel baratro della nevrosi.

Mantenendo costante il suo tratto distintivo, l’eleganza, Yves Saint Laurent è stato un vero e proprio innovatore anticipando tutti i suoi colleghi contemporanei e futuri. Fu lui a portare molti capi di taglio maschile nel guardaroba femminile, dal blazer al trench senza dimenticare il giubbotto di pelle e il tailleur a pantalone; fu lui ad unire sapientemente la moda con l’arte pittorica, la letteratura o la musica con omaggio all’epoca unici ma soprattutto fu lui a unire culture e stili portando l’Africa, l’Asia o i paesi esotici nelle sue collezioni. Non a caso fu lui ad essere il primo stilista vivente a cui il Metropolitan Museum di New York dedicò una grande retrospettiva. Oggi malgrado la casa di moda Yves Saint Laurent non esista più, il marchio continua a vivere per volere del Gucci Group ma è Pierre Bergé, compagno di vita dello stilista e cofondatore del marchio Yves Saint Laurent, a tenere custoditi i lavori e le ispirazioni di 40 anni di attività e che permetterà a breve l’apertura di due musei, uno a Parigi e uno a Marrakech, proprio dedicati allo stilista algerino con l’esposizione di 5 mila abiti haute couture, 15 mila accessori e centinaia di bozzetti, fotografie e schizzi.

probabili formazioni Serie A

Calciomercato, oggi giocherebbero così, 1 agosto: probabili formazioni Serie A 2016-2017

Green Day canzoni, Bang Bang è il nuovo singolo estratto dall’album 2016: ecco quando uscirà