in

Zanardi, Guzzanti e Mastrandrea e Barenboim ospiti a “Che tempo che fa”

Il primo ospite di Fabio Fazio a “Che tempo che fa” di ieri, 23 novembre 2014, è stato “l’Iron man” Alex Zanardi. Si parla della sua recente intervista realizzata da David Letterman che Zanardi definisce il “Fazio americano”: un personaggio incredibile e capace di condurre la conversazione a suo piacimento che però, stavolta, lo ha ascoltato. L’ex pilota di F1 ricorda che, l’11 ottobre scorso, ha finito la più prestigiosa e massacrante gara di triathlon al mondo ed è stata una delle giornate più emozionanti della sua carriera sportiva. Per quanto riguarda essere considerato un esempio per gli altri risponde che è solo una “persona fortunata” ma ce ne sono tanti altri che fanno più di quello che fa lui, solo che “lui” è ben pubblicizzato.

Poi è il turno di Valerio Mastrandrea e Corrado Guzzanti che sono venuti a presentare la loro ultima fatica cinematografica “Ogni maledetto Natale” e i due ci tengono a precisare che non sarà un cinepanettone ma un film sul Natale e viene fatta vedere una prima clip. Fazio si domanda come siano riusciti a convincere Guzzanti ad accettare questo ruolo e lui risponde che ha accettato di collaborare con loro perché è un gruppo con cui aveva già lavorato in passato e poi sono tutti amici. La sceneggiatura è molto divertente e teatrale e gli attori, di continuo, cambiano ruolo. L’ultima domanda per loro due è: Come passeranno il Natale? La risposta all’unisono è: in famiglia…

Fazio presenta il maestro Daniel Barenboim, uno dei più importanti musicisti del mondo, sulle note del Requiem di Verdi e il maestro si meraviglia di essere introdotto da un requiem perché… non sta andando verso il cimitero! Il prossimo 7 dicembre, per l’ultima volta, inaugurerà la stagione 2014-2015 del Teatro alla Scala in qualità di Direttore Musicale dell’ Orchestra Filarmonica. Alla domanda se c’è una definizione per la musica risponde che non si può definire. La migliore definizione, però, è “area sonora”: dice tutto e niente. Il maestro fa notare che manca l’educazione musicale nelle scuole e questo è molto grave. Pochi giorni fa Daniel Barenboim ha incontrato Papa Francesco per parlare, soprattutto, del conflitto Israelo-palestinese. Il maestro, infatti, è l’unico al mondo a possedere il passaporto israeliano e quello palestinese. Secondo Papa Francesco questo non è un conflitto politico, ma “fra due popoli convinti di avere il diritto di abitare nella stessa parte di terra”. Fazio accompagna Barenboim al piano il quale dice che avrebbe voluto eseguire una Sonata di Schubert ma non c’era tempo sufficiente e quindi improvvisa un’opera dello stesso autore. L’ospite si congeda poi fra gli applausi del pubblico ed entra Luciana Littizzetto, che chiude la trasmissione con Alex Zanardi.

Bed and breakfast nei condomini? La Corte di Cassazione dice sì

E tu… Sei sicuro di aver scelto il lavoro giusto per te?