in

Chi era Christopher Reeve: carriera, vita privata e curiosità sull’attore di “Superman”

Chi è stato Christopher Reeve, attore, regista e produttore cinematrografico, entrato nell’Olimpo dei grandi del cinema. Nato a New York il 25 settembre del 1952 e morto nella stessa città il 10 ottobre del 2004, ha raggiunto la fama interpretando il personaggio di Superman. Sfruttò la popolarità per portare avanti le battaglie a favore della pace. Nel 1987 giunse in Cile, ai tempi di Pinochet, per manifestare contro l’imprigionamento degli scrittori e intellettuali.

leggi anche l’articolo —> Chi sono i figli di Andreotti, ecco che padre è stato: dalla “giacca da pervertito” alle “Rossana”

Christopher reeves

Chi era Christopher Reeve: carriera e curiosità sull’attore

Figlio dello scrittore Franklin D’Olier Reeve e della giornalista Barbara P. Lamb, diplomato alla Cornell University nel 1974, Christopher Reeve è diventato famoso grazie Superman, eroe dei fumetti e icona della cultura pop statunitense. Una vita la sua segnata da un terribile incidente, che lo costrinse a rimanere tetraplegico: era il 27 maggio del 1995. Nel corso di una gara a cavallo a Charlottesville, nel parco equestre Commonwealth a Culpeper, in Virginia, Reeve cadde, riportando lo spostamento di due vertebre cervicali, con lesione del midollo spinale. Reeve ebbe una paralisi permanente dal collo in giù, perdendo l’uso degli arti e anche la capacità di respirare autonomamente. In una recente intervista il figlio Matthew è tornato sul doloroso episodio: «Quando si è fatto male, gli hanno detto, questa è la tua sedia a rotelle, ti abituerai perchè non potrai più camminare». E ancora: «All’inizio mio padre era depresso, l’incidente lo ha colpito duramente, perché era un uomo molto attivo. Ha poi scelto di accettare quello che era successo, affrontare tutto e aiutare le ricerche contro la paralisi, visto che era un personaggio pubblico e poteva dar voce», ha spiegato il figlio dell’attore.

Christopher reeves

L’incidente che segnò la sua vita per sempre

Dopo l’incidente Reeve apparve ancora sulla scena, sulla sua sedia a rotelle, nel film La finestra sul cortile (1998), un remake di uno dei più celebri film di Alfred Hitchcock, interpretando il ruolo che fu di James Steward. Il 25 aprile del 1998, la casa editrice Random House pubblicò l’autobiografia di Reeve, Still Me, libro che evidenzia la grande forza d’animo dell’attore. Come guest star Reeve è apparso anche nella serie tv Smallville, che narra la giovinezza di Clark Kent. Nel 2003 pubblicò Nothing is impossible – Reflection of a new life, il seguito del primo libro. Christopher Reeve è morto d’infarto il 10 ottobre 2004, a 52 anni, al Norther Westchester Medical Center di New York, dove era stato ricoverato 12 ore prima a causa di un attacco cardiaco, legato ad una grave infezione provocata da una lesione da pressione. Curiosità sulla vita privata? Da una relazione con Gae Exton, l’attore ha avuto due figli: il già citato Matthew (1979) e Alexandra (1982). L’11 aprile del 1992 Reeve si è sposato con Dana Morosini, dalla quale ha avuto un figlio, Will. Leggi anche l’articolo —> Chi è Tullio De Piscopo: carriera, vita privata e curiosità sul cantautore

Christopher reeves

 

Seguici sul nostro canale Telegram

cartelle esattoriali fino a 5000 euro

Cartelle esattoriali, stralcio fino a 5000 euro: come funziona e come richiederlo

quinto di treviso incidente

Quinto di Treviso, auto investe ciclista, poi prende fuoco, grave un ragazzo di 21 anni