in

Guida alla lettura della bolletta di luce e gas: imparare a riconoscere tutte le voci

Capire come leggere la bolletta di luce e gas è una procedura essenziale per imparare a conoscere i propri consumi e comprendere dove sia possibile risparmiare. Di seguito una mini guida per imparare a comprendere le diverse voci presenti in bolletta in modo pratico e semplice. (Continua a leggere dopo la foto)

Come leggere la bolletta di luce e gas

Guida per la lettura delle utenze

Leggere la bolletta delle utenze, per molti italiani, risulta essere un compito arduo. Eppure, tale operazione è di rilevante importanza in quanto permette di comprendere nel dettaglio i dati relativi ai propri consumi domestici e capire dove sia possibile risparmiare sia da un punto di vista economico che energetico.

Negli ultimi anni, c’è stata un importante innovazione per la ricezione delle bollette. Da oggi infatti non vengono più solo inviate per via cartacea, ma è possibile riceverle anche via e-mail. Questa operazione permette di reperirle in modo più facile semplice, direttamente dal proprio account personale. Il vantaggio però è ovviamente anche per l’ambiente poiché in questa modalità si ha un notevole risparmio di carta.

I fornitori, nel corso degli anni, hanno cercato di semplificare e ridurre le voci in bolletta, in modo da renderne più semplice la lettura. Ma ad oggi alcune parti, continuano ad essere incomprensibili per la maggior parte dei clienti. 

La bolletta di luce e gas si compone di numerose parti, di seguito analizzate.

La prima parte contiene tutte le informazioni principali che riguardano l’utente domestico, in modo particolare:

  • Tipologia di cliente: indica se il cliente appartiene al mercato tutelato o libero
  • Dati personali del cliente e quelli relativi alla fornitura: indirizzo di recapito della bolletta, numero di utenza e la tipologia della fornitura. Vengono evidenziati anche il metodo di pagamento, la potenza impegnata e quella ancora disponibile. Di rilevante importanza sono il codice POD per quanto riguarda l’energia elettrica e il codice PDR per quanto riguarda il gas. Viene inoltre indicato il numero del codice cliente.
  • Dati relativi alla bolletta: viene indicato il periodo a cui fa riferimento la bolletta, quale è l’importo da pagare e la scadenza entro la quale il pagamento deve essere effettuato.

La seconda parte della bolletta contiene invece:

  • I contatti del fornitore: sono indicati tutti i contatti del fornitore qualora il cliente dovesse richiedere informazioni, fare dei reclami o segnalare dei guasti.
  • Composizione della bolletta: qui si trovano nei dettagli le diverse parti che vanno a comporre il totale della bolletta, divisa in diverse sottovoci:

La sezione ricalcoli è indicata solamente se nella fattura luce e gas sono stati ricalcolati importi che erano già stati fatturati nelle bollette precedenti. Questi indicando periodo del ricalcolo e l’importo che deve essere restituito.

  1. Spesa per la materia energia o gas naturale: è relativa al costo della materia prima, quindi energia o gas, che viene applicata ai consumi. E’ utile sottolineare che nel mercato libero, il costo della materia prima rappresenta la differenza sostanziale tra i diversi fornitori.
  2. La gestione del contatore e la spesa del trasporto: questa voce fa riferimento alle spese relative al trasporto dell’energia dal punto in cui viene generata l’energia fino all’abitazione domestica. Queste spese sono identiche per tutti gli utenti domestici, indipendentemente dal fornitori con il quale si stipula il contratto.
  3. Spesa relativa agli oneri di sistema: indica le spese relative ad attività di interesse generale, come ad esempio i finanziamenti per le energie rinnovabili.
  4. Iva e accise: devono sempre essere indicate nella bolletta
  5. Abbonamento al canone RAI: per chi possiede un televisore, in questa sezione viene indicato l’importo relativo all’abbonamento al canone Rai. 

Qualora sia stato eseguita un’allaccio, una voltura o un subentro delle utenze, saranno addebitati una tantum nella prima bolletta i costi relativi alle suddette operazioni. I costi di Subentro e voltura nel mercato di maggior tutela, vengono fissati dall’autorità per l’energia elettrica ed il gas. Nel caso in cui non si richieda un aumento di potenza contrattuale questi sono pari a :

  • € 23,00 contributo fisso;
  • € 27,52 per oneri amministrativi;
  • € 14,62 imposta di bollo.

Il costo di voltura e subentro è quindi pari a € 65,14, oltre un’eventuale deposito cauzionale a discrezione del fornitore di elettricità. Qualora, insieme a tali operazioni, sia richieda anche un aumento di potenza contrattuale, il costo verrà aumentato di un ulteriore corrispettivo che sia  proporzionale alla nuova potenza richiesta. 

La sezione relativa ai consumi

Le informazioni relative ai consumi si trovano nella sezione “Dati lettura e consumi”.

Tutti i dati che vengono registrati dal contatore sulla base della lettura che viene effettuata da parte del fornitore ma anche del cliente tramite “autolettura”sono indicati in questa parte. 

Nel caso in cui venissero indicati consumi o letture stimate verrà comunicato se gli importi saranno oggetto di conguaglio e se è possibile rateizzare la bolletta.

Nel caso in cui ci si appoggiasse a un regime biorario sarà presente:

  • Una tabella che indicherà i consumi divisi in fasce orarie(F1,F2,F3)
  • Il tipo di lettura (se stimata o rilevata) e il consumo espresso in kWh
  • Il periodo di riferimento.

Imparare a leggere e comprendere le proprie bollette è molto importante in quanto si ha la consapevolezza dei propri consumi.

Un consiglio utile, per risparmiare energia, è quello di scegliere elettrodomestici  almeno con classe energetica A/A+, ed utilizzarli ovviamente nelle fasce orarie più convenienti.
Effettuare una corretta manutenzione di tutti gli impianti nella propria abitazione, permette di mantenere elevato e costante il rendimento prevenendo malfunzionamenti ed evitando sprechi energetici.

Per i lavori di riqualificazione energetica, lo Stato offre numerosi incentivi come ad esempio: la sostituzione della vecchia caldaia con una a condensazione, l’installazione del cappotto termico per coibentare la casa, sostituzione delle porte e degli infissi. Le nuove caldaie o semplicemente porte ed infissi, saranno gestibili da remoto se si è fuori casa è possibile gestirle  tramite Smartphone semplicemente attivando la linea mobile sul proprio dispositivo a scelta tra le migliori offerte internet presenti sul mercato, o sfruttando le installazioni di impianti di domotica nella nostra abitazione attivando la connessione domestica scegliendo tra le migliori offerte internet casa. 

Tali incentivi non solo consentono di avere dei risparmi nelle spese per effettuare questi interventi di efficientamento energetico,ma nel lungo periodo permettono di ottenere cospicui risparmi energetici e quindi in bolletta. 

Seguici sul nostro canale Telegram

salvini caso morisi

Luca Morisi indagato per droga, ma l’ex guru dei social della Lega si difende

Monza ex pugile

Monza, ex pugile picchia la compagna fino a romperle due costole: era geloso dell’amico