in

Coronavirus, assalto ai supermercati a Roma e Napoli: dopo l’annuncio di Conte è corsa alla spesa

È assalto ai supermercati: da Roma a Napoli, così come in molte altre città d’Italia, l’annuncio di Conte sulle nuove misure per prevenire il contagio da coronavirus ha scatenato una vera e propria corsa alle derrate alimentari. Ingiustificata, peraltro, come precisano da Palazzo Chigi. Il decreto del presidente del Consiglio che estende la “zona rossa” a tutta Italia ha già mostrato le sue conseguenze. Le nuove misure vietano gli spostamenti in tutta la penisola, se non per motivi di lavoro, di salute o per necessità. Tra questi, la necessità di fare spese alimentari è espressamente contemplata.

coronavirus supermercati

Coronavirus, assalto ai supermercati: a Palermo interviene la polizia

Poco importa agli italiani che si sono precipitati nei punti vendita notturni ad acquistare beni alimentari, provocando lunghe file davanti ai supermercati. A Roma, al Todis di Via Tuscolana, si è subito messa in atto l’entrata scaglionata: i commessi controllano il flusso, si accede poco per volta, obbligatoria la distanza di sicurezza e i guanti al reparto ortofrutta. La storia si ripete anche al Carrefour, aperto h24 a Garbatella. “Le persone fanno incetta anche di saponi e disinfettanti, l’alcol va a ruba ed è praticamente esaurito”, la testimonianza di un commesso rende l’idea della situazione. Patate, biscotti, latte, zucchero, chili di farina: il rifornimento fa pensare a scenari di guerra. Non si sottrae nemmeno Napoli, anche qui i supermercati aperti tutta la notte registrano il pienone: carrelli zeppi e lunghe code. E le scorte sono quelle da calamità naturale. A Palermo, nel supermercato notturno di una nota catena sono dovuti intervenuti gli agenti di polizia per evitare confusioni.

coronavirus supermercati

«Non è necessario e soprattutto è contrario alle motivazioni del decreto»

La corsa alle scorte ‘da coronavirus’ ha spinto Palazzo Chigi ad intervenire per chiarire ulteriormente: «Non è necessario – comunica il Governo in una nota – e soprattutto è contrario alle motivazioni del decreto, legate alla tutela della salute e a una maggiore protezione dalla diffusione del Covid-19, affollarsi e correre ad acquistare generi alimentari o altri beni di prima necessità che potranno in ogni caso essere acquistati nei prossimi giorni. Non c’è alcuna ragione di affrettarsi perché sarà garantito regolarmente l’approvvigionamento alimentare».

coronavirus supermercati

coronavirus supermercati

Leggi anche —> Coronavirus, medico Humanitas: «Quando poi vedete gente giovane intubata, la tranquillità vi passa»

Coronavirus: tutta l’Italia diventa zona rossa

coronavirus italia

Coronavirus Italia 9172 casi in tutto, 463 morti: oltre 4mila decessi nel mondo