in

Coronavirus in Lombardia, Fontana: «Da parte della Regione nessun errore»

Coronavirus in Lombardia Fontana. «Nessun errore da parte della Regione nella gestione dell’emergenza coronavirus». La mancata istituzione di una zona rossa nei Comuni di Nembro e Alzano Lombardo è stato uno sbaglio «che non può essermi contestato», afferma il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, in un’intervista a Repubblica. «Nella settimana dal 4 al 7 marzo ci sono state parecchie interlocuzioni con il ministro Speranza e con il presidente del Consiglio Conte. Arrivarono nella Bergamasca anche carabinieri e militari, poi non so cosa sia successo. Invece della zona rossa che noi chiedevano venne creata la zona arancione in tutta la Lombardia».

coronavirus in Lombardia Fontana

Il governatore lombardo ridimensiona anche la vicenda delle morti nelle Rsa che potrebbero essere state causate dal trasferimento di pazienti Covid. Ma il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri dice: «Serve chiarezza, ci penserà la Magistratura».

>> Pio Albergo Trivulzio, un audio di 12 minuti rivela cosa nasconde la Rsa

Coronavirus in Lombardia Fontana: «Su zona rossa Gallera sbaglia, non potevamo istituirla»

Attilio Fontana sulla zona rossa a Nembro ed Alzano Lombardo ha anche attaccato il suo assessore al Welfare, Giulio Gallera. «Ha sbagliato», dice, a sostenere che la Regione avrebbe potuto istituirla. «Esiste una valutazione giuridica di Sabino Cassese, che parla di iniziativa nelle mani del governo e quest’impostazione è stata confermata dalla direttiva del ministro dell’Interno ai prefetti», continua Fontana.

Nessun errore neppure nell’ordinanza regionale che chiedeva il trasferimento di pazienti Covid nelle Rsa. «Alla nostra richiesta hanno aderito solo 15 strutture sulle 708 che ci sono in Lombardia. E ormai è noto che i test sul sangue, eseguiti con l’Avis, raccontano come il virus circolasse già a gennaio. In ogni caso, se c’era un protocollo preciso per le Rsa, dove abbiamo sbagliato?». E alla domanda sul trasferimento al Pio Albergo Trivulzio di persone dimesse dall’ospedale di Sesto San Giovanni Fontana risponde che «il Pat è una grossa struttura e questi degenti sono andati in uno dei tanti reparti».

Coronavirus in Lombardia Fontana Sileri

Sileri: «Sulle persone che hanno perso la vita nelle Rsa farà chiarezza la magistratura»

«Sulle persone che hanno perso la vita nelle Rsa servirà fare un’attenta indagine. L’ispezione del ministero in alcune di queste è stata il primo passo, altro e di più potrà fare la magistratura. Ma non dobbiamo dimenticare che molti dei nostri anziani stanno ancora morendo a causa di Covid-19 e che con loro stiamo perdendo la memoria e il futuro di questo Paese». Lo ha sottolineato il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, in un servizio che l’emittente Usa Cbs News ha dedicato ai decessi nelle residenze sanitarie assistenziali italiane, a cominciare dal caso Pio Albergo Trivulzio di Milano.

«Le Rsa, anche dette nursing home – ha evidenziato Sileri – si sono rivelate la tempesta perfetta per il contagio da Covid-19. Se hai un ospite positivo accanto ad altri che non sono malati, la diffusione del contagio sarà altamente probabile e diventerà un disastro. Cosa che purtroppo è successo in Italia e in molti altri Paesi», ha precisato. >> Tutte le notizie sul Coronavirus

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

cristina buccino instagram

Cristina Buccino Instagram, seni fuori dalla scollatura e hot pants arrotolati: eccitante risveglio dei sensi

diletta leotta instagram

Diletta Leotta Instagram lato b fuori dal comune, “chia**a esagerata”: «Ma ha un cuscino nel popò?»