in

Coronavirus, Piero Angela: «Non è come la guerra. Gli Italiani? Indisciplinati per natura»

«Gli italiani sono indisciplinati per natura, la trasgressione è quasi un piacere. Poi certamente tutti hanno le loro piccole e grandi esigenze», queste le parole di Piero Angela, noto conduttore e brillante divulgatore scientifico, che intervenuto a ‘Un giorno da pecora’, trasmissione di Rai Radio1 condotta da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro, ha detto la sua sui cittadini che non rispettano il decreto. Le immagini diffuse sui social e rilanciate dai Tg mostrano, infatti, decine di nostri connazionali che non si attengono alle norme che portano la firma del premier Conte.

Piero Angela

Coronavirus, Piero Angela: «Non è come la guerra. Gli Italiani? Indisciplinati per natura»

Il Coronavirus non è paragonabile al secondo conflitto mondiale, Piero Angela ne è convinto: «È completamente diverso, io la guerra l’ho vissuta, quando è finita avevo 17 anni. Ho vissuto tantissimi bombardamenti sulla popolazione civile, non si mangiava, ho fatto una fame terribile, si viveva da sfollati fuori dalla città!». La tecnologia accorcia le distanze, rende l’isolamento più sopportabile. Le videochiamate col figlio Alberto gli sono di grande aiuto: «Si, lo sento, le videochiamate sono una grande risorsa, noi siamo una famiglia molto unita, abbiamo un ottimo rapporto!». Il giornalista 91enne ha raccontato ad ‘Un giorno da pecora’ di seguire alla lettera le direttive del governo. La permanenza forzata in casa si è rivelata l’occasione per dedicarsi ancor di più alle sue due grandi passioni: la lettura e la musica. «Sto rileggendo i miei libri perché dovrebbero uscire in una collana dopo l’estate, e dunque devo aggiornarli e farne una prefazione. E poi, avendo tempo libero, ho ripreso a suonare il pianoforte!», ha spiegato il divulgatore scientifico, che poi ha aggiunto: «Ho intenzione di fare un disco, sia con me da solo al piano sia col jazzista Dino Piana, che faceva parte del gruppo con Basso e Valdambrini, tra le più famose formazioni jazz italiane al mondo!».

Piero Angela

L’appello agli anziani: «Scrivete la storia della vostra vita»

Infine un consiglio, più che una raccomandazione: «Alle persone anziane, ma non solo, direi di approfittare di questo periodo per scrivere la storia della loro vita di creare questo documento prezioso che poi resterà per sempre nella loro famiglia. Io sarei felice di avere oggi un diario o un racconto dei miei nonni o bisnonni: le radici sono sempre importanti», ha concluso Piero Angela.

Piero angela

leggi anche l’articolo —> Piero Angela, Coronavirus: «Non mi fa paura. Anche se penso che sia una cosa seria»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

belen rodriguez

Belen Rodriguez Instagram, curve incredibile strizzate nel bikini: «Bella in tutti i modi»

simona ventura instagram

Simona Ventura Instagram, la ‘foto più brutta di sempre’: «Racchietta tantino? Terribile!»