in

Covid, il bollettino di oggi: quasi 33mila casi e 630 morti, 3.081 in terapia intensiva

Covid bollettino 11 novembre 2020, dal Ministero della Salute i numeri ufficiali sull’andamento della pandemia in Italia. Sono 32.961 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Italia su 225.640 tamponi eseguiti, con un tasso di positività quindi del 14,6%, in calo rispetto a ieri (16,1%). Nelle ultime 24 ore purtroppo si registra ancora un elevato numero di decessi, 630. Il totale dei morti per Covid da inizio emergenza in Italia è ora di 42.960. (segue dopo la foto)

I ricoverati in terapia intensiva sono 3.081, l’incremento è stato di 110 pazienti in più in 24 ore. Superato in Italia il milione di casi di coronavirus. 372.113 è il numero complessivo dei guariti (+9.090), mentre gli attualmente positivi sono 613.358 (+23.248). Per quanto riguarda le singole regioni, si registrano 8.180 nuovi casi in Lombardia, 3.166 in Campania, 3.082 in Veneto, 2.953 in Piemonte e 2.479 nel Lazio. In Calabria sono 376.

In Campania 3.166 nuovi casi, 181 in terapia intensiva (12 meno di ieri)

Sono 3.166 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall’analisi di 18.446 tamponi. Dei 3.166 nuovi positivi, 351 sono sintomatici e 2.815 sono asintomatici. Il totale dei positivi in Campania dall’inizio dell’emergenza è 95.921, mentre i tamponi complessivamente esaminati sono 1.172.232. Sono 34 i nuovi decessi legati al coronavirus: il totale dei deceduti in Campania dall’inizio della pandemia è 896. Sono 690 i nuovi guariti: il totale dei guariti sale a 18.355.

Sono 181 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva in Campania. Il dato è in calo di 12 unità rispetto a quello di ieri. Sono 590 i posti letto di terapia intensiva disponibili su base regionale. Sono 2.077 i posti letto di degenza occupati da pazienti Covid, 16 in più rispetto a ieri, su 3.160 posti letto di degenza disponibili su base regionale.

Covid bollettino 11 novembre 2020: in Veneto 3.082 nuovi casi e 46 morti

“Ad oggi siamo arrivati a quasi 2 milioni e mezzo di tamponi molecolari eseguiti a cui si aggiungono 492mila test rapidi. Anche il professor Galli con cui stamane ero in diretta tv ha suggerito di sperimentare più test possibili, in pratica di ‘utilizzare tutto quello che c’è sul mercato'”. Lo ha sottolineato il presidente del Veneto Luca Zaia nel corso del punto stampa presentando il bollettino giornaliero sul Covid che riporta 87.337 positivi, con 3.082 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, oltre 17.000 persone in isolamento, 1.773 ricoverati (+77), 216 in terapia intensiva (+6) e 2.689 morti dall’inizio dell’epidemia, 46 nelle ultime 24 ore.

“Siamo nella fase di turbolenza – ha sottolineato Zaia – questo livello raggiunto oggi corrisponde a quello dello scorso 30 marzo, come scenario sui pazienti ricoverati in ospedale mentre nelle terapie intensive il 19 marzo avevamo 356 ricoverati, con il picco, rispetto ai 216 di oggi”. “Stiamo aprendo in continuazione reparti per i ricoverati -ha sottolineato ancora Zaia- il vantaggio di questa secondo ondata è che i malati restano poco negli ospedali e c’è un grande turnover”. “La provincia con più problemi è quella di Verona oggi, dal punto di vista ospedaliero per cui ‘colonizziamo’ i reparti non Covid e li trasformiamo in Covid”, ha concluso. >> Tutte le notizie sul Coronavirus

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Sara Croce Instagram

Sara Croce Instagram, l’outfit rosa antico accende la fantasia: «Che meraviglia!»

Andrea Lo Cicero

Andrea Lo Cicero in lacrime: uccisa l’asina che faceva pet therapy con i bimbi disabili [VIDEO]