in

Riunione del Cts, quarantena ridotta e altre regole: pronto documento, cosa cambia

Cts, quarantena ridotta e nuove regole, ultime notizie – Non si vedevano numeri così alti da maggio scorso. L’ultimo bollettino Covid riferisce di 78.313 nuovi casi di Coronavirus in Italia su 1.034.677 tamponi eseguiti, con un tasso di positività che si attesta al 7,6%. Nelle ultime 24 ore sono stati 202 i decessi; segnalato anche un incremento di 19 unità nelle terapie intensive; altri 366 invece i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid. In sostanza abbiamo 1.145 i pazienti in terapia intensiva nel nostro Paese, 10.089 i pazienti ricoverati nei reparti ordinari. Ed è su questi dati che ragionerà oggi il Cts convocato dal governo nella giornata di oggi, mercoledì 29 dicembre 2021. Secondo quanto riferito dai principali quotidiani sarebbe già pronto un documento redatto dalle Regioni in cui si richiede la revisione delle norme sull’autoisolamento.

leggi anche l’articolo —> Covid oggi escalation di nuovi contagi (78.313), i ricoverati sono oltre 11mila

cts quarantena ridotta

Riunione del Cts, quarantena ridotta e nuove regole: pronto un documento, cosa cambia

Con il numero dei contagi in crescita nel nostro Paese, il governo corre ai ripari. Ancora una volta l’impressione è che si sia tornati a rincorrere il virus. La variante Omicron di gran lunga più contagiosa della Delta, ma secondo recenti studi meno letale, imperversa anche da noi. Siamo vicini al picco? Sul tavolo del premier Draghi c’è tutta una serie di ipotesi da valutare per contenere gli effetti della quarta ondata. Si va verso il cambio dei tempi delle quarantene in Italia, ma non solo: l’esecutivo starebbe valutando un’ulteriore stretta sui contagi a scuola e l’obbligo vaccinale per nuove categorie di lavoratori. A pronunciarsi sulla revisione dei tempi di quarantena si pronuncerà il Cts, che si riunirà oggi alle ore 11. Il comitato tecnico scientifico, spinto dalle regioni, sarà chiamato a valutare anche un documento preparato dai presidenti di Regioni che contiene varie restrizioni sul tema dell’isolamento: azzeramento della quarantena, ma obbligo di Ffp2 e autosorveglianza per le persone che hanno copertura vaccinale completa, booster compreso, e un tempo di 5 giorni per chi ha già ricevute due dosi. L’ipotesi più plausibile è che la quarantena sarà ridotta da sette a cinque giorni per chi è vaccinato con terza dose. Pare certo invece che resterà di dieci giorni il periodo di isolamento obbligatorio per i non vaccinati. Sempre a proposito della quarantena si ragiona sull’ipotesi di eliminarla nel caso in cui si faccia parte del cosiddetto “basso rischio”, a seguito di un test antigenico o molecolare negativo in assenza di sintomi.

cts quarantena ridotta

L’introduzione del Super Green Pass per altre categorie di lavoratori

Un’altra riflessione, come riferisce «TgCom24» potrebbe arrivare su eventuali deroghe o riduzioni dei giorni di quarantena per quegli operatori sanitari venuti a contatto, fuori dal proprio ambito lavorativo, con persone positive. Questa decisione deriverebbe dal rischio di ritrovarsi con poco personale nei reparti. Le mascherine Ffp2 risultano ora introvabili e in pochi giorni son lievitati i prezzi: per questa ragione tra i temi da affrontare vi è l’introduzione di un calmiere, che potrebbe aggirarsi intorno ad un euro. Per quanto riguarda la scuola non è esclusa una proroga delle vacanze, che il premier Draghi aveva smentito in conferenza stampa (quando la pandemia sembrava colpire meno duramente), come pure la proposta (già avanzata ma poi ritirata dall’economista stesso) di prevedere la quarantena per un’intera classe nel caso di un solo alunno positivo. Altre novità? L’introduzione del Super Green Pass per altre categorie di lavoratori. Chi spinge in questa direzione è il ministro della Pa Renato Brunetta. Infine resta sul piatto l’opzione di un lockdown per i soli no vax: l’Italia guarda al modello 2g adottato in Germania. Leggi anche l’articolo —> Quarantena ridotta e altre misure, il governo convoca il Cts: le ipotesi sul tavolo

cts quarantena ridotta

Seguici sul nostro canale Telegram

Covid bollettino 28 dicembre 2021

Covid oggi escalation di nuovi contagi (78.313), i ricoverati sono oltre 11mila

ospedali al collasso

Boom di contagi in Italia, ospedali al collasso: rischio paralisi, qual è la situazione