in ,

Da bruna a bionda: come ottenere il risultato desiderato

Il passaggio dalla bruna alla bionda è forse uno dei compiti più difficili per i coloristi! Per scoprire come farlo nel modo giusto, ottenere il risultato desiderato e non ferirti i capelli, continua a leggere.

Uno dei direttori artistici di Kerastase spiega che “Le tonalità chiare non sono mai passate di moda. La frase “Gli uomini preferiscono le bionde” era rilevante 50 anni fa, e 30 e oggi. Il biondo non perde la sua posizione e rimane ancora in trend. Anche il “biondo giallo brillante” con radici nere troppo cresciute è in voga – come una sorta di tributo all’immagine di Madonna degli anni ’80, guarda, ad esempio, Dua Lipa o Emily Ratajkowski. In generale, più il biondo è espressivo e interessante, più è bello”.
Secondo le ultime statistiche, 16 milioni di donne in Italia, cioè 7 donne su 10, di età compresa tra i 15 ei 75 anni, si tingono i capelli, in media, una volta ogni 2 mesi.

Se i capelli sono tinti di scuro

Se i tuoi capelli sono tinti in una tonalità scura, prima di diventare bionda, dovrai fare un “lavaggio” del colore. Questo può essere un lavaggio profondo o un decapaggio, che consente di schiarire i capelli fino a 4 toni – con una composizione delicata senza ammoniaca e perossido di idrogeno.

Più delicata è la composizione che usi, più procedure saranno necessarie per ottenere il risultato. Per lavare il colore della tintura, è possibile utilizzare oli e prodotti a base di essi,. L’olio non sbiadirà rapidamente il colore, ma può essere di grande aiuto in questo, oltre a rafforzare i capelli e aggiungere lucentezza.

Se i capelli sono naturalmente scuri

Se sei una bruna naturale, è probabile che i tuoi capelli siano piuttosto folti e contengano molto pigmento che non è facile da rimuovere. Anche quando il tuo aspetto, a prima vista, non va bene con i capelli biondi, ci sono modi per “fare amicizia” con il biondo con gli occhi scuri e la pelle scura. “Mantieni le tue radici scure come la star televisiva Kim Kardashian e presta maggiore attenzione al tuo trucco, in particolare al tono della tua pelle”, afferma una influencer su Instagram.

Da bruna a bionda – gradualmente o subito?

La specialista nella coloristica di Paul Mitchell, Julia Gorbatova, la principale tecnologa del marchio, durante un seminario negli USA, ha spiegato cosa dobbiamo prendere in considerazione prima di cambiare il colore dei capelli.

  • Cosa deve sapere sulla colorazione dei capelli una persona che non l’ha mai fatto e pensa al cambiamento del colore?

Il colore che si trova sulla scatola della tinta non sempre funziona nella vita reale. Soprattutto nei casi in cui la colorazione viene eseguita in modo indipendente. Se decidi di dipingere di scuro, preparati al fatto che non sarà possibile restituire il colore chiaro naturale con l’aiuto di un’altra tonalità più chiara, perché una tinta non può schiarire l’altra.

  • Ci sono punti a cui prestare attenzione quando scegli il maestro in colorazione?

Qui puoi determinare solo empiricamente. Ma quando ti incontri per la prima volta, fai attenzione a come comunica il maestro e a cosa consiglia. Un buon specialista non si limiterà a dipingerti nel colore che desideri, ma ti offrirà la sua visione e ti spiegherà perché sarebbe meglio così. È importante trovare una comprensione reciproca e, ovviamente, dovresti sentirti a tuo agio con questa persona.

  • Come procedere e cosa non fare se colorando i capelli a casa si ottiene la tonalità sbagliata di cui si ha bisogno?

Se hai tinto senza successo a casa, non provare a risolverlo. Meglio semplicemente andare in salone, dove il maestro farà un lavaggio delicato e tingerà i capelli in un colore più o meno adatto. Sovrapporre un colore sull’altro è un esercizio inutile. Come già accennato, il pigmento si accumula nei capelli, quindi in seguito, quando arrivi da un professionista, sarà molto difficile lavarlo.

Nel passaggio dallo scuro al biondo, è meglio non forzare gli eventi. Preparati affinché il processo di schiaritura richieda fino a quattro fasi. Non preoccuparti se ottieni una tonalità vicina al rame la prima volta. Successivamente, è necessario osservare le condizioni dei capelli e, se necessario, fare una pausa prima della successiva procedura di schiaritura.

Potresti trovare uno specialista in colorazione che può eseguire l’intera procedura in una volta sola. Ciò è consentito anche con un approccio altamente professionale, ma discuti in anticipo tutte le fasi della tintura e tieni conto delle condizioni dei tuoi capelli, leggi le recensioni sul salone e sul maestro.

Quando non dovresti fare un tale cambiamento:

1. Hai un cuoio capelluto incline all’irritazione e molto sensibile – prima prova a normalizzare le sue condizioni e solo dopo “introdurre” composti schiarenti aggressivi.

2. I capelli sono gravemente danneggiati – allo stesso modo, perché dopo la schiaritura rischi di “distrugerli” definitivamente.

3. Sei allergica alla composizione del colorante – come controllarla? Applicare una goccia della sostanza sulla pelle, ad esempio, sulla curva del gomito, e se non c’è irritazione durante il giorno, puoi iniziare a colorare.

4. Di recente ti sei tinta i capelli con l’henné – in questo caso, devi aspettare almeno tre mesi e solo dopo schiarirli. Altrimenti, potresti ottenere effetti imprevedibili come capelli arancioni o verdi.

5. Non sei sicura: in tal caso, pensa ancora un po’! La trasformazione da bruna a bionda è una vera sfida per i capelli. Sarà un peccato se non puoi divertirti e iniziare subito a pianificare una nuova colorazione. Osserva attentamente le diverse sfumature finché non accendi davvero l’idea!

Seguici sul nostro canale Telegram

draghier premier zingaretti

Draghi premier, Zingaretti incontro con M5s-Leu. Sconcerto nel Pd: “Non stappiamo lo spumante”

GFVip 5 Dayane Mello

GFVip 5, Dayane Mello rientra nella casa dopo la notizia della morte del fratello