in

Morte Denis Bergamini chiusa inchiesta bis: ex fidanzata accusata di concorso in omicidio

Denis Bergamini non si è suicidato. Sta scritto nero su bianco nel fascicolo della nuova inchiesta aperta per far luce sul decesso del calciatore del Cosenza trovato morto sotto un camion il 19 novembre 1989 a Roseto Capo Spulico, sulla strada statale 106 Jonica.

Il caso, archiviato come suicidio, è stato riaperto e, alla luce delle nuove indagini svolte dalla procura di Castrovillari, è giunto ad una nuova sconcertante conclusione. Denis Bergamini sarebbe stato assassinato“Stordito con cloroformio e soffocato con un sacchetto”.  L’apparente suicidio – al quale la famiglia mai aveva creduto – fu inscenato ad arte. Il calciatore  fu “soffocato ed era già morto prima di essere coricato sotto il camion”.

denis-bergamini-fidanzata-indagata-per-omicidio

Indagata per concorso in omicidio la ex fidanzata di Denis Bergamini

L’allora fidanzata di Bergamini è accusata di concorso in omicidio. Come riporta l’Ansa “La Procura di Castrovillari ha notificato la conclusione delle indagini per la morte del calciatore del Cosenza Donato “Denis” Bergamini, a Isabella Internò, ex fidanzata del centrocampista del Cosenza, che resta unica indagata per l’omicidio del calciatore“. La donna, oggi 54enne, è quindi l’unica indagata per la morte del calciatore avvenuta nel 1989.

denis-bergamini-fidanzata-indagata-per-omicidio

Marito Internò e autista Tir: archiviate le loro posizioni

Stralciato il fascicolo a carico dell’autista del Tir sotto il quale fu rinvenuto il cadavere del centrocampista del Cosenza. Archiviata anche la posizione del marito della Internò “che inizialmente risultava indagato per favoreggiamento in relazione alle dichiarazioni fornite dalla moglie in fase di escussione come teste“. Notizia sulla quale i familiari di Denis Bergamini vogliono vederci chiaro.

“Abbiamo appreso della notizia della chiusura delle indagini da un comunicato stampa della Procura di Castrovillari. Non sappiamo che fine abbiano fatto gli altri indagati, sappiamo, comunque, che Isabella Internò rimane accusata di omicidio pluriaggravato e quindi, come tale, strettamente punibile con l’ergastolo (non soggetto a prescrizione)“. Così, in un video pubblicato su Facebook, l’avvocato della famiglia Bergamini, Fabio Anselmo, parlando anche a nome della sorella di Denis, Donata. “Ci auguriamo – ha concluso – di poter visionare presto gli atti di indagine e del fascicolo. Per questo abbiamo già inoltrato una richiesta via pec in tal senso”.

denis-bergamini-fidanzata-indagata-per-omicidio

Dopo 6 anni una nuova verità sulla morte del calciatore

“Auspichiamo davvero che la procura ci rilasci copia dei documenti”, ha poi aggiunto il legale. “Perché credo che la famiglia Bergamini ne abbia pieno diritto così come forse avrebbe avuto diritto di conoscere gli esiti in altro modo”. L’inchiesta sulla morte di Denis Bergamini era stata riaperta sei anni fa dall’ex procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla e poi proseguita e chiusa dal pm Luca Primicerio. Nella nuova ricostruzione investigativa, si ipotizza che Bergamini sia stato ucciso.

Secondo la tesi della Procura, Denis sarebbe stato prima narcotizzato e poi asfissiato. Solo in un secondo momento, adagiato già morto sull’asfalto per inscenare un suicidio. Alla base del presunto delitto la vendetta per la fine, per decisione del calciatore, del rapporto amoroso con l’indagata. Potrebbe interessarti anche —> Morte Denis Bergamini news: per l’ex fidanzata le cose si mettono sempre peggio

Seguici sul nostro canale Telegram

Fasma

Chi è Fasma, vita privata e carriera: tutto sul noto rapper italiano

omicidio Faenza

Omicidio Faenza: arrestati il marito di Ilenia Fabbri e un conoscente