in

Morto il ricercatore Domenico Biscardi, stava studiando da tempo l’efficacia dei vaccini Covid

Morto Domenico Biscardi, il 45enne genetista e farmacologo è stato trovato senza vita oggi mercoledì 12 gennaio 2022 nella sua abitazione a Napoli. A quanto si apprende, i suoi recenti studi si erano incentrati sui vaccini Covid e la loro efficacia: l’uomo criticava in particolare la composizione dei sieri e alcuni suoi contributi video erano stati bollati di recente come teorie “no vax”. (Continua a leggere dopo la foto)

Domenico Biscardi morto

Domenico Biscardi morto a causa di “un improvviso malore”

Domenico Biscardi, genetista, farmacologo e ricercatore di 45 anni è stato ritrovato questa mattina senza vita nella sua casa di Napoli. Al momento non ci sono ipotesi certe sulle cause del decesso. Le notizie che circolano parlano di “un improvviso malore”. Il medico era noto a molti per il suo lavoro incentrato sui vaccini anti-Covid. Qualche tempo fa, aveva affermato in una video intervista, subito censurata da YouTube, di aver scoperto particolari importanti: a suo dire, la prova definitiva che nel vaccino erano contenuti nano-dispositivi di tecnologia sconosciuta.

Biscardi, si era anche detto pronto depositare una denuncia formale in sede europea. Denuncia, che purtroppo non potrà depositare mai. Il 21 settembre 2020 il ricercatore era salito alla ribalta delle cronache per un post Facebook in cui aveva messo in dubbio i test Covid-19 insinuando, che servivano solo a falsare i numeri dei contagiati. Inoltre, Sabato 15 gennaio 2022 a Roma, Domenico Biscardi avrebbe dovuto parlare durante la manifestazione nazionale contro l’obbligo vaccinale e il Green Pass.

I social esplodono: “Sicuramente una figura scomoda nel panorama scientifico”

Sui social, la notizia si è subito diffusa a macchia d’olio. Questi alcuni dei messaggi postati dagli utenti: “È morto il dr Domenico Biscardi. Se non lo conoscevate già, ascoltate i suoi video e facciamoci molte domande Per favore”. “Aveva le prove che i sieri contenessero schifezze ed era pronto a denunciare tutti e tutto.. dopo De Donno, Bartolomeo Pepe ora anche lui.. siamo in mano alla mafia più spietata” scrivono su Twitter.  E ancora: “Non ci posso credere, sei stato e sarai sempre un grande guerriero e ricercatore della verità , la tua perdita ci addolora tanto. Dottor Domenico Biscardi, anche lui come il dottor De Donno trovato morto nella sua casa”.

I social, lo salutano così, lasciando un velo di tristezza nei cuori di chi l’aveva seguito dall’inizio delle sue indagini contro i vaccini Anti-covid. Proprio il Dottor Biscardi era diventato, per la sua posizione considerata da qualcuno “no -vax”, un protagonista del dibattito riguardo l’efficacia dei vaccini. Biscardi non aveva avuto timore di mettersi al centro dell’attenzione condividendo le proprie ricerche sul web e sui social, in particolare su Telegram.

Quarta dose di vaccino? Ema: “Strategia non sostenibile nel lungo periodo”

La morte di Domenico Biscardi: non aveva alcuna malattia

Domenico, detto “Mimmo”, non soffriva di nessuna patologia particolare. Sempre a quanto risulta, Biscardi non aveva avuto alcun malore improvviso nei giorni precedenti al decesso. Era considerato da tutti, un uomo tenace che portava avanti i suoi studi e le sue teorie attirando l’attenzione tramite il web e le apparizioni nei programmi TV. Circola la voce (non confermata, ndr) che di recente avrebbe ricevuto dei controlli da parte dei NAS per alcune ricerche, a suo dire molto importanti, che stava conducendo. Almeno, questo è quello che aveva annunciato lo stesso Domenico.
Anche il Biscardi si aggiunge alla lista di ricercatori scomparsi in circostanze poco chiare. Resta da capire se la Magistratura valuterà l’apertura di un eventuale fascicolo d’indagine a carico di ignoti per la scomparsa dell’uomo.

Seguici sul nostro canale Telegram

Mattarella bis

Mattarella bis ora è molto più di un’ipotesi, retroscena “croccante” dal Palazzo: e Draghi sospira

Covid oggi inversione di tendenza per i ricoveri in intensiva (-8), 196.224 i nuovi casi e 313 morti