in

Elisabetta Canalis sulla polemica Wanda Nara e Luciana Littizzetto: «Basta censura e moralismo»

Elisabetta Canalis interviene sulla polemica che coinvolge Wanda Nara e Luciana Littizzetto. Direttamente dall’America la show girl dice la sua sulla discussione che da giorni impazza sul web. La modella argentina moglie del calciatore Icardi critica la comica Torinese per alcune parole pronunciate a Che Tempo Che Fa. Irrompe Elisabetta e commenta: «Basta censura e moralismo».

>> Wanda Nara inaspettata, messaggio misterioso sotto la doccia: sbuca dettaglio nascosto

Wanda Nara Elisabetta Canalis

Elisabetta Canalis contro Wanda Nara per difendere la Littizzetto

La polemica tra Wanda Nara e Luciana Littizzetto continua a suon di post ma questa volta interviene anche Elisabetta Canalis che difende la comica Torinese. La vicenda nasce nel corso di una puntata di Che Tempo Che Fa, durante i consueti 10 minuti in cui Luciana Littizzetto commenta in modo ironico i principali eventi della settimana davanti al conduttore Fabio Fazio. In questo spazio che il programma le decida da anni la comica avrebbe commentato una foto della modella Wanda Nara affermando: «Chissà dove è finito il pomello della sella, lei si arpiona così. Ha la Jolanda prensile». Questa uscita non è piaciuta alla diretta interessata ma anche a tante soubrette del mondo dello spettacolo prese spesso di mira da Luciana Littizzetto. Dopo giorni di polemica interviene Elisabetta Canalis che sentendosi presa in causa dice la sua difendendo a spada tratta la cabarettista.

Wanda Nara Elisabetta Canalis

La Canalis: «Smettiamola di omologarci»

La show girl sarda direttamente dagli States ha condiviso uno sfogo nel quale spiega il suo punto di vista sulla satira, sul moralismo e sul politicamente corretto. Nel suo post ha dichiarato: «Pubblico volentieri l’articolo scritto da Roberto D’Agostino riguardo alla censura buonista del politicamente corretto che sta arrivando anche in Italia. Lo dico vivendo in USA, un paese vittima di questa ipocrisia in cui fare una battuta ed avere un’opinione che sia diversa da quella del gregge equivale ad essere tacciati di razzismo, omofobia o misoginia». Stanca del comportamento ipocrita italiano la ex velina si sfoga e dice basta confessando: «Sono stata vittima e oggetto di diverse battute della Littizzetto e ne sono onorata perché la considero una grande attrice comica ed un personaggio televisivo irriverente e mai volgare. Mi sono fatta delle gran risate e mai ho pensato di essere stata offesa come donna. Smettiamola di omologarci al pensiero delle star di Hollywood o di chi ci impone di pensarla a senso unico. Abbiamo un cervello ed un senso dell’ironia che non possiamo reprimere in nome delle etichette che gli altri ti vogliono dare». >> tutti i Gossip di Urbanpost 

vaccino covid

Adele, tra i primi vaccinati contro il Coronavirus: “Spero di essere d’esempio”

Andrea Bocelli figlia

Virginia Bocelli, a 8 anni è già una star: la canzone virale