in

George Floyd Challenge, la macabra sfida che spopola tra gli adolescenti americani

La morte di George Floyd è diventata un gioco. Anche su un caso come questo l’America è riuscita a dividersi: se da una parte le folle si sono aizzate per chiedere giustizia, un’altra ala della popolazione si è inventata la “George Floyd Challenge”. E grazie alla forza dei social network la macabra trovata è spopolata nel giro di pochissimo. Cos’, gli utenti si sfidano nel simulare i momenti dell’arresto, gli stessi che hanno portato alla morte del 46enne afroamericano. A “giocare”, come si poteva immaginare e a dimostrazione di come il razzismo sia un problema sistemico in America, sono ragazzi adolescenti… bianchi.

>>Leggi anche: Maddie McCann news: indagato un cittadino tedesco, colpo di scena nelle indagini

George Floyd challenge

George Floyd Challenge, la nuova sfida che spopola

Con un ginocchio, quindi, fingono di soffocare la vittima e postano le foto sui loro profili. Divertiti, si riprendono sorridenti. Lo definiscono un “gioco”. Un utente sfida un altro, che a sua volta è chiamato a fare il nome di un altro ancora e così via. Fino a creare un vero e proprio trend con tanto di hashtag, foto e video. E la cosa più tragica è che a “divertirsi” sono proprio dei ragazzi adolescenti americani bianchi, gli stessi che ci si aspetta comprendano il problema del razzismo più degli anziani. Invece, al contrario, questa è la dimostrazione di un problema sistemico che sarà difficile da debellare, visto che anche le nuove generazioni lo lasciano correre tra le loro vene, e invece che indignarsi lo trasformano in una forma di divertimento.

Le foto hanno incominciato a circolare prima su Twitter, dove il thread si sta allungando notevolmente con pagine dedicate e messaggi sia di chi ha accettato la sfida, sia di chi invece la condanna. Ora sono su tutti i social network.

Una sfida che divide i social network

Alcuni, poi, hanno espresso vero e proprio disprezzo nei confronti dell’iniziativa: “Ci rendiamo conto del fatto che hanno lanciato una nuova challenge che si chiama “George Floyd challenge” siete delle m***e, fate schifo”. >>Tutte le notizie di UrbanPost

fabiola cimminella incinta

Fabiola Cimminella incinta di un maschietto, l’annuncio a sorpresa su Instagram: «Non vedo l’ora di conoscerti Nathan Marte!»

claudio Amendola e francesca neri

Claudio Amendola, Francesca Neri senza freni: «Lo facciamo non meno di…»