in

Gli errori degli italiani in spagnolo: la differenza tra “haber” e “tener”

Durante le tue lezioni di spagnolo online avrai sicuramente notato che esistono delle notevoli differenze tra i verbi “haber” e “tener”: almeno per chi è di madrelingua italiana, queste non risultano immediatamente chiare. Il motivo principale del fatto che spesso si usano erroneamente è che nel nostro idioma esiste solo una traduzione per entrambi. Ma niente paura: con una facile spiegazione e alcuni esempi anche tu imparerai ad utilizzare in maniera corretta questi due verbi. E non dimenticare: se vuoi migliorare il tuo spagnolo, scegli uno tra i migliori corsi di spagnolo online nella guida redatta da Preply, la piattaforma dell’e-learning.

Significato e uso del verbo “haber”

Questo verbo, così come in italiano, viene utilizzato come ausiliare quando si formano i tempi composti, come il passato prossimo, il trapassato remoto o il futuro anteriore. Da tenere bene in mente, quindi, che in nessun caso viene usato per indicare possesso, come succede, al contrario, nella nostra lingua. Per fare qualche esempio:

  • ho fatto un dolce = he preparado un postre
  • abbiamo letto un libro stamattina = hemos leído el libro esta mañana
  • tra tre anni Pablo avrà finito la scuola = en tres años Pablo habrá terminado la escuela

Il verbo “haber” si usa inoltre in modo impersonale alla terza persona singolare e corrisponde ai nostri c’è/ci sono, coniugati anche al passato e al futuro:

  • c’è molta gente nella piazza = hay mucha gente en la calle
  • questo inverno ci saranno spettacoli in città = habrá espectáculos en la ciudad este invierno
  • c’è stata una nevicata l’anno scorso = hubo una nevada el año pasado

Un ultimo utilizzo tipico del verbo “haber” in lingua spagnola, ancora una volta alla terza persona singolare, è per esprimere una necessità o un obbligo in alcune perifrasi verbali con il “que” che precede l’azione che si deve compiere. Ad esempio:

  • bisogna cambiare la ruota dell’automobile = hay que cambiar la rueda del automóvil
  • è necessario rispettare le leggi dello Stato = hay que respetar las leyes del Estado.

Significato e uso del verbo “tener”

Nel corso delle lezioni di spagnolo online si incontra molto spesso anche il verbo “tener” che si usa per specificare il possesso e l’appartenenza, proprio come il nostro verbo “avere” quando non viene impiegato come ausiliare. Del resto l’italiano “tenere”, nel significato di possedere, viene utilizzato anche in alcuni dialetti, tra cui la lingua napoletana. Ecco qualche esempio con “tener”:

 

  • ho un cane = tengo un perro
  • mio zio ha molti soprammobili nella sua casa = mi tio tiene muchas chucherías en su casa
  • noi abbiamo due biciclette = tenemos dos bicicletas

Il verbo “tener” viene utilizzato anche per indicare un’appartenenza in senso figurato, come stati fisici, caratteristiche, sensazioni, età e via dicendo. In spagnolo si dice:

  • ho fame e freddo = tengo hambre y frio
  • Carmen ha 20 anni = Carmen tiene 20 años
  • Pedro ha gli occhi azzurri = Pedro tiene los ojos azules
  • Andrés ha paura del buio = Andrés tiene miedo a la oscuridad

C’è da aggiungere che, così come il verbo “haber”, anche il verbo “tener” può essere usato per esprimere un obbligo, sempre affiancato dal “que”:

  • devo andare in banca prima delle 16.00 = Tengo que ir al banco antes de las 19.00
  • dovremo acquistare un armadio nuovo = tendremos que comprar un guardarropa nuevo

Ultima considerazione sul verbo “tener” è che in alcuni casi viene impiegato con funzione di ausiliare, quando chi parla vuole esprimere un fastidio e sottolineare che un’azione viene ripetuta più volte:

  • ti sto dicendo di non fare questa cosa = te tengo dicho que no hagas esa cosa.

draghi stipendio

La maggioranza si spacca sulle concessioni spiagge e il blocco delle cartelle esattoriali

Grazia Severino Pompei

Pompei, il giallo sulla morte di Grazia Severino: si ipotizza il suicidio