in

Italia Fase 2, De Luca: “Vedo dei vecchi cinghialoni fare footing. E’ così difficile rinunciare?”

Italia fase 2. Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, torna a fare il punto della situazione su Facebook e anche questa volta regala un vero e proprio show ai suoi spettatori. Con toni fortemente ironici, in diretta ha detto: “A fare footing non ci vanno le belle ragazze, quelle della pubblicità, ma anche dei vecchi cinghialoni con tute alla zuava che andrebbero arrestati per oltraggio al pudore”. Durante il video, poi, ha annunciato anche l’introduzione dell’obbligo di indossare la mascherina, aggiungendo che “chi non la usa è una bestia”.

italia fase 2

Italia fase 2, De Luca: “Basta una gocciolina di sudore per infettare altre persone”

Nei giorni scorsi sono circolati in rete alcuni video in cui si potevano vedere decine di persone passeggiare tra le vie di Napoli e fare jogging sul lungomare. Le immagini hanno scatenato numerose polemiche riguardo alla possibilità di svolgere attività fisica all’aperto, per questo il Governatore De Luca è intervenuto. Con una battuta, durante una sua diretta Facebook finalizzata ad aggiornare sulla situazione coronavirus e fase 2, ha detto: “Non dovete immaginare che vadano a fare footing le belle ragazze toniche della pubblicità, con fuseaux aderenti, che riconciliano con la natura, no. Io ho trovato che andavano a correre senza mascherina dei vecchi cinghialoni della mia età con una tuta che arrivava alla caviglia, con una seconda tuta alla zuava, e con un altro terzo pantaloncino sopra. Andrebbero arrestati per oltraggio al pudore”, ha commentato ironicamente.

“E’ tanto grande il sacrificio di aspettare tre settimane e vedere quello che succede? Intanto è consentita l’attività di passeggio. Poi individueremo zone in cui sarà consentito correre anche senza mascherina. Chi non la indossa è una bestia perché non ha rispetto“, ha aggiunto poi. Nei giorni scorsi, il presidente della Campania De Luca, ha rivisto l’ordinanza consentendo solamente le passeggiate e vietando di fare jogging, visti i numerosi casi di persone prive di mascherina. A riguardo, ha commentato: “Basta una gocciolina di sudore per infettare altre persone. Non si può correre senza mascherina dove si trovano bambini e famiglie”.

Coronavirus, il punto della situazione

🔴 #CORONAVIRUS: facciamo il punto della situazione sui contagi, la Fase 2 e sulle iniziative che stiamo mettendo in campo in particolare a partire da lunedì prossimo.Ci sono tante importanti novità.

Pubblicato da Vincenzo De Luca su Venerdì 1 maggio 2020

In Campania mascherine obbligatorie e sanzioni a chi non le indossa

Proprio oggi in Campania è stata emanata una nuova ordinanza locale che impone l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale. Per tutti coloro che verranno scoperti senza, sono state previste delle sanzioni. “Io ho il terrore della ripresa del contagio. Qui vedo troppa allegria. In Campania tutto è iniziato per tre persone positive arrivate da nord, poi c’è stata una reazione a catena ed è diventato un inferno. Non sto dicendo che dobbiamo vivere di angoscia ma dobbiamo essere consapevoli che ci abbiamo vicino potrebbe essere positivo”, ha sottolineato il Governatore De Luca.

Inoltre, ha annunciato che si lavorerà per svolgere verifiche sul tasso di contagio ogni 14 giorni. “Anche il governo ha fissato il 18 maggio come primo step di verifica, non è una data a caso. Il tempo di incubazione è di due settimane, e ogni due settimane dobbiamo capire se ci sono state conseguenze alle decisioni prese”. La chiave per assicurare la riuscita della fase due, secondo il De Luca, è “avere comportamenti responsabili e rigorosi”. E proprio per questo motivo la sua Regione promette di essere rigorosa nell’assicurare i controlli sull’utilizzo delle mascherine. “In Campania abbiamo stabilito due fasce orarie per limitare la mobilità dei cittadini- ha spiegato- Dalle 6,30 alle 8,30 e dalle 19 alle 22. Lo abbiamo fatto soprattutto per le famiglie con i bambini. Non dovremmo perdere tempo a spiegare che, anche durante una passeggiata, dobbiamo indossare le mascherine.

Anzi, il governatore invita a indossarne più di una, perché non si è mai troppo scrupolosi: “Mettetene tre”, ha detto ai suoi cittadini. “Abbiamo messo in produzione 1 milione e 250 mila mascherine colorate per i bambini: due misure,  dai 4 agli 8 anni e dai 9 ai 16 anni. Useremo l’anagrafe vaccinale per inviare il kit dedicato ai più piccoli”, fa poi sapere. >>Tutte le news di UrbanPost

Riapertura 4 maggio, Zaia non ritira le ordinanze: “Non contrastano con il Dcpm”

coronavirus autocertificazione

Autocertificazione 4 maggio, il nuovo modulo che circola in rete è falso