in

Kim Jong-Un, il leader nordcoreano è in coma? Cosa sappiamo

Kim Jong-Un in coma. Circola da alcuni giorni la notizia, rilanciata per la prima volta dal quotidiano sudcoreano The Korea Herald, che vorrebbe il leader nordcoreano in coma e la sorella pronta a succedergli, prendendo “pieni poteri”. Ma come stanno davvero le cose è difficile capirlo, anche perché c’è un’ unica fonte (un ex funzionario nordcoreano rifugiato a Seul) a confermarla. Ecco cosa sappiamo finora. (segue dopo la foto)

Kim Jong-Un in coma? La delega di parte del potere ai collaboratori lo confermerebbe

Il leader nordcoreano Kim Jong-un è in coma e la sua decisione di delegare parte del suo potere ai suoi collaboratori ne è la prova. Lo ha affermato venerdì un ex assistente del defunto presidente Kim Dae-jung.

Scrive The Korea Herald: “Jang Sung-min, che ha servito Kim Dae-jung come segretario per gli affari politici e come capo dell’ufficio di monitoraggio degli affari di stato, ha insistito sul fatto che Kim Jong-un è in coma ma sua sorella Kim Yo-jong non è il suo successore”, nonostante il leader nordcoreano, prima dei nuovi problemi di salute, avrebbe iniziato a delegare i poteri ad alcuni dei suoi collaboratori.

Venerdì, i servizi di intelligence di Seoul hanno informato il governo sudcoreano in una riunione a porte chiuse su un nuovo sistema di governo che Kim sembrava aver istituito, in cui condivide l’autorità e la responsabilità con alcuni dei suoi assistenti più fidati. Ma secondo la National Intelligence Agency, questo cambiamento non sembra essere collegato a nessun grave problema di salute.

“Kim Jong-Un costretto a letto ed incapace di governare”

In un post sui social media, Jang sostiene invece che nessun leader nordcoreano avrebbe affidato alcuna delle sue autorità a un’altra persona a meno che non fosse troppo malato per governare o fosse stato rimosso con un colpo di stato. L’ex funzionario nordcoreano ha quindi ribadito la sua precedente affermazione che Kim Jong-un è costretto a letto e incapace di governare.

Affermando di essersi assicurato le informazioni da una fonte in Cina, Jang ha detto che Kim è “in coma”, continuando a dettagliare la sua esperienza nell’ufficio presidenziale per sostenere la veridicità delle sue affermazioni. Ha anche affermato che tutte le fotografie di Kim rilasciate dal Nord negli ultimi mesi erano false.

“Penso che sia in coma, ma la sua vita non è finita. Non è stata formata una struttura di successione completa, quindi Kim Yo-jong (la sorella, ndr) viene portata alla ribalta poiché il vuoto non può essere mantenuto per un periodo prolungato “, ha detto Jang. >> Tutte le notizie di esteri

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Nubifragio Verona, feroce polemica per il Tweet dell’inviato di Repubblica

Vanessa Incontrada in crisi con il marito? Mentre il gossip impazza lei si mostra al top