in

Olio extra vergine italiano, l’EVO del Mediterraneo per eccellenza

Famoso ormai come EVO (extra virgin oil), l’olio d’oliva ha una tradizione millenaria nel territorio del Mediterraneo.

Dalla spremitura delle olive, coltivate da secoli in questa parte del mondo, si ottiene un olio unico, che rappresenta un componente fondamentalmente della nostra cucina. Come condimento, l’olio extravergine d’oliva fa parte della maggior parte delle ricette e non manca mai in tavola!

Una terra ricchissima di olivicolture come l’Italia, che produce olio d’oliva per oltre 2 milioni di tonnellate all’anno, possiede tante diverse zone di coltivazione e spremitura delle olive. Le tante proprietà dell’EVO italiano, infatti, si differenziano anche in base alla regione: un olio siciliano è diverso dall’EVO di altre regioni. E anche all’interno dei territori, ogni zona possiede il suo olio, sempre più particolare…

Olio extravergine di oliva siciliano

Le migliaia di piante che si trovano in Trinacria, non sono tutte uguali. L’olivo è una pianta ricca di varianti, e per questo l’olio d’oliva siciliano si può trovare con varietà autoctone o meno, in diverse zone dell’isola. Si contano decine di varietà differenti, denominate cultivar (dall’inglese cultivated variety). Dagli ulivi antichi saraceni a quelli in riva al mare o verso l’entroterra, sulle terrazze o nelle valli: gli uliveti siciliani mostrano un carattere sempre diverso e unico.

Tra le cultivar più diffuse troviamo le più famose: Biancolilla, Brandofino, Aitana, Cerasuola, Erbano, Citrale, Moresca, Murtiddara, Nasitana, Giarraffa, Ogliarola messinese, Ottobratica, Pizzutella, Santagatese, Verdello, Tonda Iblea e tante altre.
La Nocellara, ad esempio, è una varietà diffusa sia come Etnea, sia Messinese, sia nella Valle del Belice, con caratteristiche ben precise.

Olio Nocellara del Belice

Tra le varietà di piante di olivo presenti in Sicilia – regione che ne possiede tante – il Nocellara originario della Valle del Belice mostra una doppia attitudine. Si tratta di una variante resistente, in grado di donare olive grandi e succulente; perfette sia in tavola come olive da mensa sia per l’estrazione dell’olio.
L’extravergine d’oliva Nocellara è un olio unico per proprietà, che deriva ormai non solo dalla Valle del Belice ma anche da piante delle aree interne e orientali della Sicilia.

A livello organolettico, tra aromi e sapori, l’olio ottenuto dalla spremitura delle olive Nocellara si mostra con un’acidità molto bassa (solitamente sotto lo 0,5%). L’EVO Nocellara è un olio fruttato di media intensità all’olfatto, che evoca note aromatiche di mandorla, pomodoro verde, erba tagliata ed erbe aromatiche, carciofo. Il sapore è amarognolo, leggermente piccante ma con una punta dolce che lo rende squisito sui condimenti a crudo.

Perfetto per condire verdure, insalate, e notevole nella preparazione di sughi, arrosti, fritture, piatti di pesce e carne.

I benefici dell’olio extravergine d’oliva siciliano

Tra i vantaggi dell’olio extravergine d’oliva, ci sono anche quelli salutari oltre a quelli di gusto. Da questo punto di vista l’extravergine Nocellara del Belice non delude, anzi.

È un olio ricco di polifenoli antiossidanti, che aiutano il nostro organismo a proteggersi dai danni cellulari (ossidazione). Cattiva alimentazione, invecchiamento, inquinamento e fattori tossici (medicinali, metalli, etc.) possono creare nel nostro corpo delle infiammazioni, durante il processo digestivo e del metabolismo.

Un olio extravergine che mostra anche un buon contenuto di acidi grassi ad alta digeribilità, inoltre, utili per ridurre il rischio cardiovascolare, il colesterolo e gli zuccheri nel sangue.

Per chi desidera assaggiarlo e valutarlo, un’azienda agricola che si dedica alla coltivazione ed estrazione dell’olio d’oliva Nocellara è Olio Almasole IGP.
La sigla sta per Indicazione Geografica Protetta, a garantire un olio siciliano e la sua provenienza da cultivar locali – tra le piante Nocellara del Belice, e altre miscele pregiate di oli dalla Sicilia. Tutte varietà di olio dal gusto intenso e dalle proprietà salutari.

Seguici sul nostro canale Telegram

Corsi di formazione riconosciuti: come sapere se il certificato di qualifica è vero

innovazione digitale cosiimparo.it

Innovazione digitale: come iniziare a lavorare nel settore