in

Regionali Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini confermato presidente: «L’arroganza non paga mai»

L’Emilia-Romagna non si piega a Matteo Salvini. Dopo una lunga e combattuta campagna elettorale, il governatore uscente del centrosinistra Stefano Bonaccini si conferma presidente della storica zona rossa. Con 1057 sezioni analizzate su 4502, si può ufficialmente dire che le regionali in Emilia-Romagna si sono concluse e il candidato dem è, di nuovo, alla guida del suo territorio.

regionali Emilia Romagna

Regionali Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini si conferma presidente

Abbiamo dimostrato che l’arroganza non paga mai– ha commentato il governatore dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini– soprattutto se vuoi caratterizzare la campagna elettorale nascondendo addirittura la candidata che sarebbe stata la mia avversaria. Avete scelto di utilizzare l’Emilia Romagna per altri fini e i cittadini lo hanno capito. Si sono permessi anche di bussare ai nostri campanelli, cercando di buttare fango sui loro avversari politici, mentre noi abbiamo vinto sul terreno che più ci è congeniale, quello delle proposte di governo, provando a costruire le condizioni per migliorare e rendere l’Emilia-Romagna un posto migliore. Volevano liberarci, ma noi ci siamo già liberati 75 anni fa.

Abbiamo lavorato per costruire una coalizione molto larga e civica. Voglio ringraziare tutte le sei liste che hanno partecipato, con i partiti, i movimenti e tanta gente che ci ha messo la faccia”, ha detto ringraziando anche i “tantissimi che hanno dato una mano” e sottolineando “una partecipazione robusta”, raddoppiata rispetto alle ultime elezioni regionali del 2014. “E’ importante per la qualità della democrazia, più gente va al voto più si rafforza la qualità della democrazia. Abbiamo lavorato con la consapevolezza di dover recuperare tanta gente che cinque anni fa era rimasta a casa” e, riferendosi alla forte affluenza alle urne, ha spiegato che sono stati recuperati anche voti per il centrosinistra. “In particolare agli esponenti della Lega che mi invitavano a fare le valigie, ho sempre consigliato di essere prudenti nei giudizi perché l’arroganza non paga mai” ha scandito.

regionali Emilia Romagna

Regionali Emilia-Romagna: i cittadini hanno scelto Bonaccini

Qualcuno direbbe che l’ “Emilia-Romagna non si lega”. Dopo una lotta a suon di slogan e proposte, i cittadini emiliano romagnoli hanno fatto la loro scelta e hanno deciso di rinnovare la fiducia al governatore uscente Stefano Bonaccini. “Ha pagato la scelta di caratterizzare l’elezione con le questioni che interessano ai cittadini, una scelta fatta con la consapevolezza di recuperare tanti cittadini che l’ultima volta erano rimasti a casa”, ha detto Stefano Bonaccini commentando i risultati delle elezioni dell’Emilia Romagna. “E’ un risultato molto rilevante quello della coalizione di centrosinistra, ci sono chilometri di interviste di esponenti di leghisti che mi sconsigliavano di partecipare dopo la decisione del Movimento 5 Stelle di correre da solo. Questa vittoria sia una lezione per il futuro“, ha sentenziato.

“Loro hanno pagato la scelta di utilizzare l’Emilia-Romagna per altri fini, mentre noi abbiamo continuato a parlare di sanità, di temi concreti che interessano ai cittadini. Hanno cercato di fare degli show, ma gli emiliano-romagnoli non hanno gradito molto che si andasse a suonare ai loro campanelli“, ha aggiunto con un chiaro riferimento a Matteo Salvini.

>> Tutte le notizie di politica italiana

elezioni calabria

Elezioni Calabria: chi è Jole Santelli, il nuovo presidente della Regione

virus cina

Cina virus, testimonianza inedita di un’infermiera: «I casi di contagio sono 90mila»