in

Donna di 29 anni uccisa a coltellate nel Salento: fermato l’ex compagno

Nel tardo pomeriggio di ieri, 1° Febbraio 2021, è avvenuto l’ennesimo femminicidio. Nel Salento una giovane donne è stata uccisa a coltellate dall’ex compagno. La donna era originaria di Rimini e aveva soltanto 29 anni. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Otranto e i Carabinieri della compagnia di Maglie. Dopo le prime indagini, le Forze dell’Ordini sono riusciti a rintracciare l’ex compagno della donna, il quale in un primo momento aveva fatto perdere le sue tracce. Un altro brutale omicidio che si va ad aggiungere a quello di qualche giorno fa a Foggia, dove un’altra donna, questa volta di 48 anni, è stata uccisa allo stesso modo.

Leggi anche –> Ponte Morandi, il padre di una delle vittime rifiuta 1 milione: «La vita di mio figlio non ha prezzo»

Salento, donna di 29 anni uccisa a coltellate: trovato l’ex compagno

Nel tardo pomeriggio di ieri un nuovo femminicidio è avvenuto in Salento: una donna di 29 anni è stata uccisa a coltellate. Sonia Di Maggio, questo il nome della vittima, era originaria di Rimini e da da qualche tempo viveva in Salento con il fidanzato. La ragazza è stata uccisa in località Specchia Gallone, a Minervino di Lecce, in via Pascoli, vicino alla Chiesa di San Biagio. Sonia al momento del delitto si trovava per strada con il suo attuale fidanzato. Sul luogo sono intervenute immediatamente le Forze dell’Ordine e i medici del 118. Dopo una prima caccia all’uomo, i Carabinieri sono riusciti a rintracciare l’ex compagno. Con lui Sonia aveva avuto una relazione fino a qualche mese fa.

Strangolata a Milano

La caccia all’uomo è finita in queste ore

Come riportato da Repubblica, le Forze dell’Ordine hanno esteso le ricerche per bloccare l’uomo, di origini campane, tra Puglia e Campania e l’omicida è stato rintracciato in queste ultime ore. Salvatore Carfora, questo il nome dell’uomo 39enne di Torre Annunziata, in provincia di Napoli, non poteva essere andato troppo lontano, infatti è stato arrestato questa mattina nel centro di Otranto, dove deve aver trascorso la notte dopo essere fuggito da Specchia Gallone, la frazione di Minervino di Lecce nella quale avrebbe compiuto il terribile gesto. Secondo una prima ricostruzione, la coppia si è incontrata nei pressi di via Pascoli dove è scoppiata una lite, poi finita nell’aggressione fatale. Al momento gli inquirenti stanno proseguendo anche con la raccolta delle varie testimoniante, tra le quali anche quella dell’attuale fidanzato della donna, testimone diretto di quanto accaduto nel pomeriggio di ieri 1° Febbraio 2021. >> Altre News

Foto di repertorio

Seguici sul nostro canale Telegram

Ponte Morandi, il padre di una delle vittime rifiuta 1 milione: «La vita di mio figlio non ha prezzo»

crisi governo ultima ora

Crisi governo ultima ora, trattative in salita: Iv chiede Mes e bicamerale sulle riforme